Prova Sym Symphony 125 Euro 5: design inedito e dotazione (quasi) al top

Design inedito e dotazione tutt’altro che scontata, soprattutto in relazione al prezzo. Ecco come il Sym Symphony 125 affronta il 2021, sfidando i migliori scooter a ruota alta del mercato

La domanda è semplice, cosa porta centinaia, se non migliaia, di italiani a scegliere ogni anno come compagno per gli spostamenti cittadini uno scooter 125? Le parole chiave per rispondere a questa domanda sono leggerezza, agilità e consumi ridotti. Le grandi città sono sempre più trafficate – lockdown e pandemie a parte – e questo porta molte persone a scegliere un mezzo in grado di far risparmiare tempo e stress. Un “nuovo” aspetto da considerare, soprattutto per chi si sposta in città, è sicuramente quello delle emissioni, sempre più restrittive. Ed é proprio dalla normativa Euro 5 che nasce il nuovo Sym Symphony 125 Euro 5, che si differenzia dagli altri Symphony in listino grazie ad un design inedito e ad una dotazione tutt’altro che scontata.

Come va

Sym Simphony 125 Euro 5

Il motore monocilindrico 4 tempi con raffreddamento ad aria forzata ha un’erogazione fluida e consistente. Dalla partenza al raggiungimento della velocità massima (visualizzata sul tachimetro) di 95 km/h il Sym Symphony Euro 5 non presenta evidenti e fastidiosi cali di potenza. Il peso a secco dichiarato di 122 kg facilita gli spostamenti da fermo e garantisce un’ottima agilità nel traffico e nei cambi di direzione. La ripartizione del peso vede 47 kg sull’anteriore e 75 kg sul posteriore. Una scelta costruttiva che rispetto ad alcuni concorrenti, fa risultare l’avantreno un pò leggero nella guida disinvolta, complice anche il serbatoio da 5,5 litri posizionato nella zona posteriore/centrale dello scooter.

Per quanto riguarda l’impianto frenante troviamo un disco a margherita da 260 mm davanti e un disco – sempre a margherita – da 240 mm al posteriore. L’assenza del sistema ABS è meno pressante grazie al sistema di frenata combinata CBS, che garantisce sempre un’ottima risposta dei comandi e una frenata sufficientemente potente e modulabile.

Comfort ed ergonomia

Sym Simphony 125 Euro 5

Il comfort in sella è buono, nonostante la forcella morbida e gli ammortizzatori rigidi il nuovo Symphony 125 è in grado di avanzare senza particolari problemi anche sui tratti di pavé più ostili. La scelta di una taratura così rigida al posteriore permette allo scooter di mantenere un assetto ideale anche durante gli spostamenti in coppia. Il design leggero e moderno fa sì che le gambe siano leggermente esposte all’aria nelle zone laterali e superiori dello scudo anteriore (tengo a precisare che sono alto 1.80 mt). La pedana piatta offre sufficiente spazio per i piedi, anche se in presenza di una borsa o di uno zaino sul gancio posto dietro allo scudo, si potrebbe apprezzare qualche cm in più di spazio a disposizione.

L’accesso al vano sottosella – in grado di ospitare un casco jet – è possibile sia tramite l’utilizzo della chiave sul blocchetto d’accensione, sia tramite l’apposito comando posto sul lato sinistro del manubrio. Quest’ultimo risulta molto comodo nel momento in cui si vuole sganciare la sella a scooter accesso ma che sfruttando lo stesso commutatore degli abbaglianti è facilmente azionabile per errore anche durante la guida. È importante sottolineare come, a differenza di molti altri scooter, il Sym Symphony 125 Euro 5 abbia entrambi i cavalletti posti abbastanza in alto da evitare il contatto con l’asfalto nelle curve a sinistra.

Prezzo e dotazioni

Sym Simphony 125 Euro 5

Il prezzo di listino di 2.290 euro pone il Sym Symphony Euro 5 nella zona calda dei migliori scooter 125. I principali competitor sono Kymco Agility r16+, Piaggio Liberty e poco più sopra troviamo Honda SH Mode. Le colorazioni disponibili sono: bianco con sella rossa, grigio chiaro opaco con sella rossa, antracite opaco con sella nera, blu con sella nera e cacao opaco con sella nera.

La dotazione di serie prevede il bauletto posteriore in tinta, presa USB nel retro dello scudo e faro anteriore con tecnologia LED. La garanzia ha una durata di ben quattro anni ed include il soccorso stradale attivo 7 giorni su 7 h24. Per far sì che la garanzia resti valida è necessario eseguire la manutenzione (a pagamento) indicata sul libretto che prevede il cambio dell’olio ogni 3000 km e il tagliando completo ogni 6000 km. Oltre al 125 cc, sono disponibili anche le cilindrate 50 cc e 200 cc, quest’ultimo disponibile anche con ABS.