Honda SH
Cambia tutto

Comincia una nuova vita per l'SH125/150i, che rinasce come uno scooter completamente nuovo: più veloce, più elegante, più confortevole e pratico.

4 novembre 2019 - 19:05

Cambiare tutto per non cambiare niente. Ossia, lo scooter che spadroneggia sul mercato dal 1984 (nacque come SH50 nello stabilimento di Atessa, in Italia) si rinnova completamente con l’obiettivo di continuare indisturbato il suo regno.

TUTTO NUOVO

Lo sviluppo dell’SH non si è mai arrestato e ha visto anche importanti innovazioni, come l’arrivo dell’iniezione nel 2005 (prima volta su uno scooter). Gli ultimi aggiornamenti sono datati 2017, ma si è trattato di dettagli, come le luci a LED e la smart-key. Ciò che è stato fatto invece sulla versione 2020 è un vero e proprio rinnovamento, che ha interessato motore, ciclistica, componentistica ed elettronica. A beneficiarne saranno il comfort, la capacità di carico, la sicurezza e il piacere di guida ossia tutto ciò che si può chiedere al re dei commuter.

MOTORE

Obiettivo di Honda era ottenere maggior potenza, coppia ed efficienza, così la progettazione di un nuovo motore, conforme alle normative Euro5, è stato il punto di partenza obbligato. Il nuovo motore eSP+ (enhanced Smart Power) è ora equipaggiato con 4 valvole raffreddato a liquido offre un’accelerazione più rapida, una maggiore velocità massima e consumi migliori del precedente motore a 2 valvole. I numeri del 125 indicano una potenza massima di 12,5 CV (9,2 kW) a 8.250 giri (rispetto ai precedenti 8,9 kW a 8.500 giri), con una coppia di 11,4 Nm a 6.500 giri/min (in precedenza 11,5 Nm a 7.000 giri). Per il 150 la potenza sale a 16,2 CV (11,9 kW) a 8.500 giri (rispetto ai precedenti 11 kW a 8.250 giri), con una coppia di 14,2 Nm a 6.500 giri (in precedenza 13,9 Nm a 6.500 giri). Altra novità, la presenza del sistema Start&Stop (disattivabile).

PARCO E SICURO

I consumi sono molto contenuti: l’SH125i (senza sistema Start & Stop attivato) percorre fino a 44,6 km/l (ciclo medio WMTC). L’SH150i beve un goccio di più e arriva a 43,5 km/l. Per rendere sempre più sicura la guida, soprattutto in condizioni di scarsa aderenza come ad esempio su asfalto bagnato, è stato aggiunto il controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control), che monitora la velocità delle ruote e agisce, quando necessario, per evitare lo slittamento della ruota posteriore. Il sistema può essere disattivato tramite un comando al manubrio.

TELAIO

Completamente riprogettato, ha permesso di spostare la posizione del serbatoio da sotto la porzione di sella del passeggero a sotto la pedana piatta. Questa nuova configurazione consente di avere il 50% di spazio in più sotto la sella (ben 28 litri totali), mentre la nuova geometria della sospensione posteriore migliora il comfort e la tenuta di strada. L’interasse è di 1.353 mm (+ 13 mm), con inclinazione del cannotto di sterzo a 26° e avancorsa di 85 mm. L’altezza della sella non varia (siamo a 799 mm) mentre il peso, con il pieno, è di 136,5 Kg, circa mezzo chilo in meno rispetto al modello precedente.

SOSPENSIONI E RUOTE

La forcella ha steli di 33 mm e offre una corsa alla ruota di 89 mm. Gli ammortizzatori, regolabili nel precarico delle molle su 5 livelli, hanno una corsa di 83 mm. Il nuovo assetto migliora ulteriormente la tenuta di strada e regala una guida ancora più facile. L’impianto frenante adotta dischi anteriore e posteriore da 240 mm di diametro; la pinza anteriore è a 2 pistoncini, mentre quella posteriore è a pistoncino singolo. L’ABS è di serie. I cerchi sono in alluminio pressofuso da 16″ a 5 razze sdoppiate e conferiscono all’SH125/150i maneggevolezza e stabilità su tutte le superfici. Gli pneumatici sono i Michelin City Grip tubeless da 100/80-16 l’anteriore e 120/80-16 il posteriore.

IL VESTITO

La nuova carrozzeria ha finiture di alta qualità ed esibisce un nuovo design del frontale, che sottolinea il carattere del nuovo SH125/150i. Il faro anteriore è posizionato sullo scudo anteriore, ha forma ad “H” ed è full-LED: l’abbagliante è centrale, posto fra i doppi anabbaglianti sopra ai quali sono posizionati gli indicatori di direzione. La sottile luce di posizione è sulla carenatura del manubrio. La compattezza, la pedana piatta e la posizione di guida eretta sono elementi di continuità e segni distintivi dello stile SH. Il nuovo cruscotto è un elemento LCD completamente digitale e tutte le spie – comprese quelle della Smart-Key, del controllo di trazione, dell’ABS e del sistema Start & Stop –, sono posizionate intorno al display centrale. Fra le funzioni della Smart-Key, la possibilità di disattivare l’avviamento in caso di prossimità allo scooter e di far lampeggiare le frecce per individuarlo tra altri veicoli. Infine, il nuovo Smart-Top Box permette, grazie con un comodo tasto, di aprire il bauletto senza usare una chiave. Sul nostro mercato il nuovo SH125/150i sarà venduto completo di parabrezza, paramani e Smart-Top Box.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

LS2, arriva anche la linea di guanti

Torna il Trofeo Derapage Vent dedicato ai giovani piloti

Horus e Flyon by Caberg