SsangYong Korando in azione su sterrato, vista tre quarti anteriore

Ssangyong Korando my2020
Punta in alto

Rifatto da capo a piedi, il nuovo Korando è ora molto più vicino ai nostri gusti e aspettative. Allestimenti e motori soddisfano chi è alla ricerca di una comoda e rilassante macina chilometri.

7 gennaio 2020 - 18:09
MOTORE
4 cilindri, turbo GDi 1,5 benzina
PRESTAZIONI
163 cv @ 5.000 280 Nm @ 4.000
PREZZO
Da 25.500 euro

Il nuovo corso del marchio coreano sta producendo buoni frutti e il Korando è di sicuro quello più succoso. Per salutare la quarta generazione del mid SUV Ssangyong, i progettisti hanno passato un bel colpo di spugna e ricominciato da un foglio praticamente bianco.

PROFONDAMENTE RINNOVATO

A cominciare dall’aspetto, che propone un design contemporaneo e perfettamente allineato con le attuali tendenze del mercato europeo: frontale basso e largo, linee tese, passaruota marcati (che sottolineano il family feeling con Tivoli), luci a LED. Le misure sono importanti e danno l’idea dello spazio che il nuovo Korando riserva ai suoi occupanti: 4.450 mm di lunghezza per 1.870 mm di larghezza e 1.620 mm di altezza. Il passo tocca i 2.675 mm e il bagagliaio è ai vertici della categoria, con una capienza che spazia da 551 a 1.248 litri e la possibilità di molteplici configurazioni di sedili e pianale di carico.

INTERNI DI BUON LIVELLO

Anche varcata la soglia dell’abitacolo, la musica è ben diversa dal passato e la volontà di Ssangyong di posizionarsi nella parte alta del segmento è evidente. Materiali ricercati, buoni accoppiamenti, dettagli curati e soluzioni “clever”, come il doppio portabottiglie da 500 e 1,5 litri e il cassetto portaoggetti capace di ospitare anche un laptop. La dotazione è completa e, accanto al portellone con apertura automatica e al caricatore wireless per lo smartphone, comprende anche sedili riscaldabili (come pure il volante) e aerati.
Come già anticipato lo spazio e bordo e la sua distribuzione sono al top, con tanta aria intorno ai sedili posteriori, che possono essere inclinati per aumentare il comfort dei passeggeri. A proposito di comfort, il guidatore può contare su un cockpit digitale da 10,25” e display da 9”, che fa da interfaccia a un moderno sistema di infotainment.

MOTORI DIESEL E BENZINA, ELETTRICO IN ARRIVO

Inedite anche le motorizzazioni. Si può al momento scegliere fra il 1,6 litri e-Xdi Diesel e il 1,5 litri GDi turbo benzina (quattro cilindri per entrambi), in attesa che nel corso del 2020 arrivi il fratello piccolo da 1,2 litri. Non è tutto, perché fra un anno sarà introdotta anche la versione full-electric. Le prestazioni sono orientate più al comfort e all’efficienza, che al piacere di guida: 163 cv e 280 Nm per la versione a benzina e 136 cv con 300/324 Nm per il Diesel. Come già sulla versione precedente, il cliente ha la possibilità di chiedere la trazione integrale e, inoltre, può scegliere fra la trasmissione manuale a 6 marce e il cambio automatico ASIN a 6 rapporti.
Il nuovo Korando sfoggia anche una completa dotazione di ADAS (i sistemi elettronici di assistenza alla guida) e, ciliegina sulla torta, le cinque stelle ottenute nei test Euro NCAP.

Buona la cartella colori, con sette tinte di cui un paio originali, che calzano a pennello su un’auto dedicata a chi vuole cantare fuori dal coro. I prezzi sono molto interessanti e partono da 25.500 euro, per la versione benzina e da 28.000 euro per quella Diesel. Gli allestimenti sono quattro.

Vai alla prova

NAVIGA TRA LE SCHEDE:

Commenta per primo