Aston Martin torna a farsi un motore in casa. Un “evento”, ecco perché

Si tratta del V6 che verrà montato, dal 2022, sulla supercar Valhalla

DALLA FORMULA 1 ALLA STRADA

Prima di analizzare i dettagli, però, vale la pena fare un piccolo passo indietro. Espressione abusata, “dalla Formula 1 alla strada” calza però a pennello per la Valkyrie. Sì perché Aston Martin, insieme a Red Bull Racing F1 e con la consulenza di quel genio di Adrian Newey, ha già stupito il mondo degli appassionati con questa hypercar.Spinta da un V12 6.5 aspirato, capace di 1.014 cv al regime, incredibile, di 11.100 giri, è uno dei punti di riferimento di questa nicchia piccolissima. La Valhalla, per caprici, è la sorella più piccola. Attesa nel 2022, sarà spinta dal motore V6 che verrà poi utilizzato su altri modelli della gamma. In tutto questo, non bisogna dimenticare che le F1 sono proprio V6…

  1. Dalla F1 alla strada
  2. Mai eccedere col peso
  3. Un motore, tanti usi
  4. Progettato per non rimanere a secco d’olio