citroen-ami-2020

Citroen Ami, l’elettrica da 20 euro al mese

Pensata per la città, nasce per il car sharing di breve e lungo periodo. In arrivo già quest’anno

28 febbraio 2020 - 12:25

È elettrica, iper compatta, urbana. Si chiama Citroen Ami ed è l’interpretazione della Casa francese alle nuove esigenze di mobilità. Nelle principali metropoli europee, infatti, fra non molti anni sarà consentito circolare solo ai veicoli elettrici, se non altro nelle zone più centrali. Un cambiamento radicale, a cui le Case hanno iniziato a dare risposta già da un po’ di tempo. La prima è stata Renault con la Twizy, già sul mercato. Poi Seat con il concept Minimò. Ora arriva Citroen con Ami, concepita per un imbattibile rapporto qualità-prezzo e per essere guidata anche dai minorenni (a partire dai 16 anni) grazie all’omologazione come quadriciclo.  In Francia, Paese europeo in cui verrà iniziata la commercializzazione, gli ordini apriranno già a marzo, mentre le consegne sono previste per l’estate. Non si sa ancora nulla in merito agli altri mercati.

20 EURO AL MESE. O 26 CENTESIMI AL MINUTO

In Francia c’è già un listino: la Ami avrà prezzi a partire da 6.000 euro, in virtù degli incentivi. Oppure, si potrà avere con un finanziamento da 19,99 euro al mese (2.644 euro di anticipo e 48 rate). Terza alternativa, il car sharing by Free2Move: prezzi da 0,26 euro al minuto. Indipendentemente da come si vuole avere, le procedure di acquisto e noleggio saranno effettuate solo online.

70 KM DI AUTONOMIA

Urbana nelle dimensioni, ma anche nelle caratteristiche tecniche. Il motore elettrico eroga infatti 6 kW ed è alimentato da batterie da 5,5 kWh posizionate sotto al pavimento. L’autonomia? 70 km. Non supera i 45 km/h, invece, la velocità massima. Numeri piccoli, ok, ma più che sufficienti per l’utilizzo per cui è pensato questo veicolo. Senza dimenticare che ciò significa avere un grande vantaggio: solo 3 ore per la ricarica dalla presa domestica.

PARABREZZA E LUNOTTO QUASI VERTICALI

Più le dimensioni sono compatte, più ogni centimetro dev’essere sfruttato fino in fondo. Ecco perché il parabrezza è quasi verticale, così come il lunotto. Da segnalare l’apertura asimmetrica delle portiere: “controvento” sul lato guida, tradizionale a sinistra. Le dimensioni, dicevamo: 2,41 metri di lunghezza, ma soprattutto 7,2 metri di diametro di sterzata. Ovvio che in un’auto così piccola non ci possano stare più di due persone, che godono però di una luminosità davvero unica, grazie alle superfici vetrate quasi senza soluzione di continuità a 360°.

INFOTAINMENT DIRETTAMENTE DALLO SMARTPHONE

Concepita per il car sharing, la Ami non prevede un sistema d’infotainment, ma solo una docking station in cui “incastonare” il proprio smartphone. Il bagagliaio? Più che uno spazio definito in quanto tale, borse e valigie possono essere posizionate nel vano piedi del passeggero, oppure dietro ai sedili. Ecco perché non esiste un dato relativo alla capienza.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Nissan LEAF e+

Nissan Leaf E+ 62 kWh
Quanto consuma su strada e qual è l’autonomia vera

Ferrari F8 Spider gialla dall'alto

Mercato auto: nel -50% di maggio, Ferrari cresce del 48%

BMW-X1-restyling

Promozione BMW X1, dopo un anno la puoi restituire. Ecco come funziona