Citroën Ami, giocare è una cosa seria – Il test [VIDEO]

Abbiamo guidato, rigorosamente in città, il quadriciclo elettrico della Casa francese. Un “giocattolo” molto serio. Ecco come va la Citroën Ami

Dimenticatevi la reattività dell’elettrico

Citroen AMI tre quarti anteriore

Auto elettrica, grandi accelerazioni. Sì, appunto, auto elettrica. La Ami, vale la pena ribadirlo, è un quadriciclo che possono guidare anche i quattordicenni. Ecco perché le prestazioni sono da ciclomotore. La reattività in partenza è solo discreta e il tachimetro si ferma – per legge, anche in questo caso – a 45 km/h. Il tutto, accompagnato da un feeling di sterzo che non poteva che essere approssimativo; non avrebbe senso pretendere un “grammo” in più, del resto.

Visibilità: quasi come su una moto

Leggerezza e semplicità

Connessi con l’ambiente esterno

Parcheggiare “in un niente”

Dimenticatevi la reattività dell’elettrico

Niente airbag né ABS