Coronavirus, VW offre personale qualificato per l’emergenza

I dipendenti con competenze mediche possono lavorare per la sanità pubblica, al 100% dello stipendio

Ci sono tanti modi per aiutare il proprio Paese ad affrontare l’emergenza Coronavirus. C’è chi fa donazioni in denaro. Ci sono aziende che costruiscono mascherine, altre (fra cui Volkswagen stessa) che si occupano dei ventilatori polmonari. Volkswagen è la prima che dà la possibilità al proprio personale con competenze mediche, qualora lo volesse, di prestare il proprio servizio per la sanità pubblica.

15 GIORNI PER AIUTARE LA COLLETTIVITÀ

Nel dettaglio, il periodo di “allontanamento” dal posto di lavoro è di 15 giorni e a farsi carico dello stipendio sarebbe Volkswagen. Stipendio che non subirebbe alcuna decurtazione. Importante: l’adesione all’iniziativa è solo ed esclusivamente su base volontaria e riguarda il personale con formazione medica o paramedica, di qualsiasi genere, impiegata in Germania.

E SE NON DOVESSE BASTARE, ALTRO PERSONALE

In aggiunta a ciò, qualora ci fosse bisogno di ancora più personale, gli addetti Volkswagen che nella vita privata fanno del volontariato in ambito sanitario (gli operatori delle ambulanze, per esempio), potranno a loro volta optare per questa possibilità.