Fiat 600, una storia gloriosa, messa in ombra dalla 500

La 500 l’ha surclassata nelle vendite e, ancor di più, nella memoria. “Riabilitiamola”

26 maggio 2020 - 15:22

Oggi lo definiremmo posizionamento. Nell’Italia degli anni che seguono la Seconda Guerra Mondiale, sono le 100.000 lire che separano la 600, più costosa, dalla 500 (si parla qui ovviamente dei modelli anni Cinquanta). Una cifra, allora notevole rispetto al potere d’acquisto, che permette alla seconda di diventare il simbolo del boom economico italiano e del passaggio del nostro Paese dalle due alle quattro ruote.

Senza voler mancare di rispetto alla 500, geniale e perfetta per lo scopo, la 600 è la classica “sottovalutata”. Rispetto alla sua sorella più giovane (la 500 nasce nel 1957, la 600 nel 1955), è decisamente superiore da – praticamente – ogni punto di vista. E adesso vediamo perché.

Progettata da Dante Giacosa, come la 500

10.000 lire all’anno

Prestazioni all’altezza

Come tu la vuoi

Per chi vuole emozioni forti, la Abarth

Commenta per primo