Ford Focus RS, la sua storia. Ora che è giunta al termine…

Un’escalation irresistibile di potenza ed emozioni. Tutto questo, ora, entra nell’album dei ricordi. Quelli migliori

Intraversarsi con naturalezza

La terza Focus RS ci ha messo poco, pochissimo, a diventare la preferita di molti “adepti” di questo genere di macchine. È l’unica, del resto, a poter vantare la trazione integrale come la mitica – e vincente – Escort RS Cosworth. La Focus RS in questione è spinta da un 2.3 turbo EcoBoost. Aumenta la potenza, fino a quota 350 CV, cala il numero di cilindri: di nuovo 4. La vera differenza la fa però la trazione integrale, che le vale lo 0-100 km/h più rapido di sempre per una Focus (4,7 secondi) e, soprattutto, dei gran traversi.ford_focus RS 2015Sì perché in Ford non si accontentano di un 4×4 qualunque. Mettono infatti a punto la Ford Performance All-Wheel Drive, dotata di Dynamic Torque Vectoring. Di cosa si tratta? Una frizione ripartisce la coppia fra avantreno e retrotreno, mentre un’altra fa lo stesso tra le ruote posteriori.Entrambe, gestite dall’elettronica, possono massimizzare la motricità o, su richiesta, il divertimento. Come? Per esempio, inviando più coppia verso la ruota posteriore esterna, innescando il tanto amato sovrasterzo di potenza. Oppure, per contro, privilegiare la ruota che gode del maggior grip. A vantaggio della massima velocità in uscita di curva.