Le migliori SUV a meno di 20.000 euro, dalla nuova Renault Captur a tutte le sue rivali

La francese è solo l’ultima arrivata, in ordine di tempo, in un segmento sempre più affollato e competitivo

3 luglio 2019 - 11:17

Renault e Peugeot, ormai è marcatura a uomo. Nel giro di pochissimi mesi, i marchi francesi hanno svelato le rispettive due pedine fondamentali per le vendite sul mercato europeo. Nuove 208 e Clio, poi 2008 e Captur nel segmento delle SUV compatte (se la Sport Utility la volete a GPL o a metano, abbiamo raccolto tutte le proposte in un articolo separato). Auto che si inseriscono in fasce di mercato che definire importanti sarebbe riduttivo: sono fondamentali per le sorti delle casse di queste due aziende. Anche perché un eventuale successo/insuccesso peserebbe non poco nell’eventualità, ormai quasi certezza, di una partnership con un altro Gruppo automobilistico. 

Nuova da cima a fondo, ma inconfondibilmente Captur

Ma torniamo al punto: la Captur, che in Europa e in Italia è stata per molto tempo la SUV preferita in assoluto, si presenta completamente nuova, costruita sulla stessa piattaforma della Clio, ma non rivoluzionata nel look. Il che è anche comprensibile, dato il gradimento del modello attuale. 

Nuova soprattutto dentro

Le novità si concentrano dunque soprattutto dentro, come del resto già visto sulla Clio. Cresce la qualità dei materiali e al centro della plancia spicca lo schermo del sistema di infotainment a orientamento verticale da 10,2”. La strumentazione diventa 100% digitale, in sostituzione delle classiche lancette. Esternamente, la nuova Captur fa un deciso balzo nelle dimensioni: passa da 4,14 a 4,23 metri di lunghezza, per un metro e 80 cm di larghezza e 1,57 metri di altezza

Anche ibrida

Il lancio della nuova Captur è previsto per inizio 2020 e, alla fine dell’anno, arriverà la variante ibrida plug-in che sfrutta il 1.600 aspirato a benzina supportato da due motori elettrici integrati nel cambio e alimentati da una batteria di 9,8 kWh di capacità. Quanto basta per permetterle di percorrere fino a 60 km (più realisticamente 45) in modalità completamente elettrica e fino a 135 km/h di velocità massima. 

Di recente, anche la Puma

Insomma, sulla carta le credenziali per replicare il successo della Captur di prima generazione ci sono tutte, ma come scritto sopra le concorrenti sono tante e agguerrite. A quelle che già c’erano si è aggiunta pochi giorni fa la Ford Puma, di cui non conosciamo il prezzo, ma vista la competitività commerciale di Ford non c’è motivo di dubitare che partirà da meno di 20.000 euro. Di seguito, ecco tutte le altre SUV che costano meno di 20.000 euro (eccetto quelle in procinto di essere sostituite, come la Nissan Juke), in ordine crescente di prezzo. Troverete auto di dimensioni decisamente differenti, ma siccome il budget è spesso il “driver” principale nella scelta dell’auto da parte delle famiglie, ecco spiegato il nostro criterio. Il tutto, premesso che della nuova Captur (e della 2008) non conosciamo il listino. Siccome però la generazione attualmente in commercio parte da 16.650 euro, è praticamente impossibile che la nuova parta oltre quota 20.000 euro.

Dacia Duster

Kia Stonic

Seat Arona

Opel Crossland X

Fiat 500X

Volkswagen T-Cross

Mazda CX-3

Peugeot 2008

Ford Puma

 

1 commento

Le migliori SUV a meno di 20.000 euro rivali della nuova Captur - MT DIRECTION SK
10:22, 10 luglio 2019

[…] Seat Arona […]