Ebbene sì, è accaduto. Anche il Giaguaro si è spuntato le unghie ed è sceso a compromessi con il downsizing. La rinnovata sportiva F-Type, disponibile in configurazione sia Coupé sia Convertible, verrà dotata di un “piccolo” 4 cilindri 2.0 turbo da 300 cv, destinato ad affiancare i confermati V6 e V8 Supercharged.

Turbina twin-scroll

Pietra miliare della rinascita Jaguar oltre che sportiva tra le più affascinanti dell’epoca moderna, la F-Type, presentata nel 2013, ha beneficiato di un sostanzioso restyling a inizio 2017. Nulla che lasciasse trapelare, però, una svolta tecnica così anticonvenzionale. Se da un lato è innegabile che le vetture del futuro – anche ad alte prestazioni – dovranno piegarsi alla riduzione dei consumi e delle emissioni, dall’altro era ben difficile immaginare che a dare il via a questa transizione fosse un marchio premium quale Jaguar. Sotto il cofano della F-Type pulserà pertanto un 4 cilindri in linea di 2,0 litri a iniezione diretta (200 bar) della benzina appartenente alla famiglia Ingenium, sovralimentato mediante turbocompressore e in grado di erogare 300 cv e 400 Nm di coppia. Un’unità caratterizzata dal controllo elettroidraulico della fasatura delle valvole, dall’integrazione del collettore di scarico nella testata e da una turbina twin-scroll con cuscinetti ceramici.

Da 0 a 96 km/h in 5,4 secondi

L’adozione del quadricilindrico porta in dote, rispetto alla versione V6 3.0 SC da 340 cv – in passato variante d’ingresso della gamma F-Type – un dimagrimento di 52 kg. Un alleggerimento che contribuisce a uno scatto da 0 a 96 km/h in 5,4 secondi. Un tempo in linea, quando non migliore, rispetto ai 5,7 secondi appannaggio della Coupé 3.0 V6 da 340 cv con cambio manuale a 6 marce. Una prestazione cui si accompagna una velocità massima di 250 km/h e che risente profondamente della previsione di serie della trazione posteriore con funzione torque vectoring nonché della trasmissione automatica a 8 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia, unica opzione disponibile.

Infotainment InControl Touch Pro

Sotto il profilo della sicurezza, la nuova Jaguar F-Type 2.0 Turbo può contare di serie sulla frenata automatica d’emergenza, sul riconoscimento della segnaletica stradale, il cruise control adattivo, la segnalazione di superamento involontario della linea di corsia, oltre che sui plus portati in dote dal recente restyling quali, ad esempio, i sedili con struttura in magnesio, più leggeri di 8 kg rispetto agli analoghi componenti della precedente versione, le finiture rinnovate nei materiali e il sistema d’infotainment InControl Touch Pro corredato di display touch da 8 pollici, connessione 4G, memoria SSD da 60 Gb e dell’applicazione ReRun, sviluppata in collaborazione con GoPro, che permette di registrare dei video durante la guida, sovrapponendo alle immagini i dati della telemetria, per poi spedirli al proprio smartphone e condividerli.

Più “economica” di 3.000 euro

Immancabile, come tradizione per F-Type, la scocca integralmente in alluminio e un sound coinvolgente che, nell’allestimento R-Dynamic, beneficia dello scarico a valvole attive. La nuova Coupé in configurazione 2.0 Turbo, riconoscibile per il terminale centrale con uscita singola rettangolare, verrà proposta a un prezzo inferiore di circa 3.000 euro rispetto alla “sorella” V6 3.0 da 340 cv.