Jaguar i-Pace: il Giaguaro prende la scossa

La concept inglese anticipa una SUV elettrica attesa al debutto nel 2018. I due motori a zero emissioni portano in dote le 4WD a gestione elettronica e una potenza di 400 cv. All’autonomia di 500 km si accompagna un’estetica fuori dagli schemi.

23 novembre 2016 - 12:11

E venne il giorno in cui il Giaguaro decise di fare le fusa. Dopo aver trasformato i Metallica in una boy band annichilendoli con il sound travolgente del V8 5.0 Supercharged della F-Type SVR, Jaguar scopre il piacere del ronzio… presentando la concept i-Pace. Show car che anticipa una futura SUV elettrica, attesa al debutto nel 2018.

L’inedita i-Pace sarà una Sport Utility a batteria a cinque posti in grado di coniugare il rispetto dell’ambiente con la sportività e il piacere di guida tipici della Casa di Coventry. Alimentata mediante celle al litio da 90 kWh raffreddate a liquido e prodotte dalla stessa Jaguar – una scelta tutt’altro che scontata – potrà contare su di un’autonomia nell’ordine dei 500 km nonostante l’elevata potenza del powertrain, accreditato di 400 cv. La SUV a zero emissioni inglese dovrebbe così scattare da 0 a 96 km/h in circa 4 secondi, complici la trasmissione monomarcia, la coppia di 700 Nm e la trazione integrale a gestione elettronica resa disponibile dalla presenza di un motore elettrico in corrispondenza di ciascun assale.

La ricarica completa, affidandosi a un sistema rapido da 50 kW, avviene in poco più di due ore, mentre in 90 minuti è disponibile l’80% dell’energia. Le batterie, come consuetudine per le vetture elettriche d’ultima generazione, sono “annegate” nel pianale così da ottimizzare la distribuzione dei pesi e abbassare il più possibile il baricentro, a tutto vantaggio della guidabilità. Un obiettivo cui concorre lo schematismo delle sospensioni ripreso dalla “cugina” F-Pace, a triangoli sovrapposti all’avantreno e tipo multilink al retrotreno. Ricercata l’estetica, ispirata alla concept C-X75 e caratterizzata da un ridotto coefficiente di resistenza aerodinamica (Cx di 0,29), da uno spostamento in avanti dell’abitacolo rispetto allo standard – una novità resa possibile dai ridotti ingombri del powertrain a zero emissioni – oltre che dal contenimento degli sbalzi e dal notevole sviluppo longitudinale dell’interasse.

Non meno innovativo l’abitacolo che alle cinque sedute abbina una capacità del bagagliaio di 530 litri – nella media per una SUV lunga 4,68 metri – cui aggiungere i 28 litri portati in dote da un piccolo vano anteriore. Fuori dagli schemi il tunnel “sospeso” e il tetto panoramico con cornice a LED che promette un’esperienza di guida notturna unica, mentre seguono il recente trend volto alla digitalizzazione della strumentazione e dei comandi i due display da 12 pollici per la gestione delle informazioni di bordo e dell’infotainment. Immancabile l’app dedicata al controllo da remoto di alcune funzioni della vettura e il monitoraggio dello stato di carica delle batterie. Jaguar i-Pace, che mira a rivoluzionare la percezione del marchio inglese nel mondo, potrà essere scoperta anche tramite la realtà virtuale presso appositi hub a Londra e Los Angeles oppure, dopo l’unveiling ufficiale dell’auto, mediante un’applicazione specifica.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

nuova Honda Jazz prima foto teaser

Nuova Honda Jazz, ecco la prima immagine ufficiale

Opel
Il mercato italiano “trafitto” dal fulmine

SUV elettrici, Volvo XC40 Recharge è il primo del suo segmento