Kia XCeed 1.0 T-GDi GPL, quanto consuma davvero

Dalla città all’autostrada, passando per l’extraurbano, 100 km di test per verificare il consumo vero del SUV bifuel

Un piacevolissimo equilibrio

Consumi a parte, della XCeed 1.0 T-GDi GPL colpisce il grande equilibrio. Il telaio, nonostante l’aggravio di peso dell’impianto a GPL (che Kia però non specifica), si conferma capace di assorbire molto bene le buche e, grazie al fatto che le tarature non sono cedevoli, di assicurare anche una buona precisione in curva e una discreta agilità nei cambi di direzione. Quest’ultimo aspetto è propiziato in realtà anche da uno sterzo pronto, sebbene non sportivo dal punto di vista del feeling (detto che non avrebbe senso avere chissà quali pretese).

Quanto al motore, il meglio lo dà al di sopra dei 1.500 giri e fino a circa 5.000, anche se al di sotto di tale soglia non è certo pigro. Il risultato è che se non si è attenti alla lancetta del contagiri o al suggeritore di cambiata, ci si trova a viaggiare con una marcia di troppo; o una troppo corta. Sì perché non solo le risposte sono pronte e fluide su un ampio spettro di giri, ma anche le vibrazioni sono ridotte ai minimi termini. I tre cilindri, con le loro vibrazioni e il loro timbro metallico, si fanno sentire solo se, al di sotto dei 1.500 giri, si preme a fondo il gas.

Il percorso della #ThehundREDChallenge

Lo stile di guida

I consumi, dalla città all’autostrada

Un piacevolissimo equilibrio

kia_xceed GPL prova consumi