Maserati Ghibli 2018: all’insegna del GranLusso

28 agosto 2017 - 9:08

La Ghibli è un fiume in piena. Non tanto per la potenza e l’irruenza della vettura, quanto piuttosto per la velocità nel beneficiare degli aggiornamenti. Sottoposta a un restyling generale al termine del 2016, la “sorella” minore della Quattroporte si appresta ora a una nuova rinfrescata cui si accompagna il debutto dell’allestimento GranLusso, votato all’eleganza.


Prima assoluta in Cina
Il facelift della berlina italiana, che verrà esposta anche al prossimo Salone di Francoforte (14-24 settembre), ha debuttato in questi giorni in occasione dell’auto show di Chengdu, in Cina, a dimostrazione del ruolo nevralgico del mercato asiatico nella strategia della Casa del Tridente. Il restyling si basa su alcuni interventi a livello estetico, ispirati alla SUV Levante e concentrati a livello dei paraurti anteriore, forte d’inediti inserti cromati e della rivisitazione della calandra, e posteriore, dove spicca un estrattore maggiorato. Degni di nota le minigonne in tinta con la carrozzeria e i gruppi ottici al retrotreno, ridisegnati. Un pacchetto che, a detta della Casa, dovrebbe favorire l’aerodinamica della vettura.


Gamma motori confermata
Sebbene la Maserati non abbia diffuso informazioni in proposito, la nuova Ghibli, analogamente alla MY17, dovrebbe contare su di una gamma motori sostanzialmente immutata, dato che al V6 3.0 td negli step da 250 o 275 cv si affiancherà il noto V6 3.0 biturbo benzina – dal quale deriva il V6 2.9 biturbo da 510 cv dell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio – con potenze di 410 o 350 cv. Quest’ultima una novità legata al restyling del 2016, dato che in passato la versione “entry level” a benzina poteva contare solamente su 330 cv. Un upgrade che ha portato in dote uno scatto da 0 a 100 km/h in 5,5 secondi contro i precedenti 5,6 secondi. Invariati la trazione posteriore e il cambio automatico a 8 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia, unica opzione per l’intera gamma, così come la disponibilità delle 4WD per la sola 3.0 V6 S da 410 cv.


Proiettori adattivi full LED
Quanto all’abitacolo, il sistema d’infotainment è compatibile con gli standard Apple CarPlay e Android Auto, il touchscreen al centro della consolle è da 8,4 pollici, il vano porta telefono viene ridisegnato e sotto il profilo della sicurezza divengono disponibili i proiettori adattivi full LED, nuove funzione di assistenza alla guida – verranno specificate durante il Salone di Francoforte – il cruise control adattivo con funzione Stop&Go, la segnalazione d’ostacolo in corrispondenza dell’angolo di visuale cieco, l’avviso di superamento involontario della linea di corsia, la frenata automatica d’emergenza e la telecamera con visione perimetrale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Porsche 911 996

Youngtimer – Porsche 911, la rivoluzione della 996

Alfa Romeo Giulia Elettrica ECTR Romeo Ferraris

Alfa Romeo Giulia Elettrica ETCR
Pronta per la pista

Nuova Volkswagen Golf 8, la prova (vista laterale)

Nuova Volkswagen Golf 8, prezzi da 25.750 euro