Mercedes-AMG GT C: ora anche Coupé

La sportiva tedesca beneficia di un restyling di metà carriera e vede ampliarsi la gamma con la versione GT C Coupé, dotata dello step da 557 cv del V8 4.0 biturbo benzina e dell’assale posteriore sterzante. Upgrade anche per GT e GT S.

13 gennaio 2017 - 11:01

Quando tutti volgono lo sguardo in una direzione, chi resta nell’ombra ha l’occasione per godere di maggiore libertà. Così accade in casa Mercedes-AMG, dove le attenzioni sono indirizzate al debutto della nuova hypercar ibrida, dotata di un powertrain derivato dalla Formula 1, e la sportiva AMG GT ne approfitta per rifarsi il trucco e celebrare i 50 anni dalla nascita della divisione sportiva della Stella.

L’allestimento GT C, sinora riservato alla Roadster, diviene disponibile anche per la Coupé e si basa sullo step da 557 cv del noto propulsore V8 4.0 biturbo 32V a iniezione diretta della benzina. Un’unità, da tradizione, proposta anche con potenze di 476 e 585 cv destinate rispettivamente alla versione entry level – si fa per dire – e alla top di gamma GT R. GT C Coupé che, analogamente alla variante scoperta, si caratterizza per il kit estetico dedicato, il differenziale a slittamento limitato a controllo elettronico, l’assale posteriore sterzante, la taratura di base più rigida delle sospensioni adattive, le carreggiate ampliate di 57 mm rispetto alla vettura base, i paraurti dal design specifico e l’Active Air Management, vale a dire le prese d’aria anteriori gestite elettronicamente così da adattare il flusso d’aria destinato al sistema di raffreddamento in funzione delle condizioni di guida e dell’ottimizzazione dell’aerodinamica.

La nuova Mercedes-AMG GT C Coupé sarà offerta inizialmente nella sola versione celebrativa Edition 50, disponibile nelle tinte bianco cashmere e grafite. Entrambe le colorazioni sono abbinate a finiture total black riprese anche dai cerchi in lega forgiati e dai terminali di scarico. Quanto al resto della gamma, per tutte le versioni è prevista la nuova calandra AMG Panamericana Grille, vale a dire la mascherina con 15 barre cromate verticali corredata delle citate prese d’aria attive adottate per la prima volta dalla GT R, cui si accompagna una crescita di potenza del V8. La GT base passa da 462 a 476 cv, mentre la GT S può contare su 522 anziché 510 cv. Conseguentemente, la Coupé da 476 cv scatta da 0 a 100 km/h in 4,0 secondi e raggiunge i 304 km/h, mentre la S fa registrare 3,8 secondi e 310 km/h.

Il restyling della sportiva tedesca porta in dote nuovi optional per GT e GT S tra i quali spiccano i cerchi in lega ristilizzati da 19 e 20 pollici, l’AMG Dynamic Plus Package che include l’assale posteriore sterzante, sinora non disponibile, e l’app Track Pace per iPhone che permette di gestire la telemetria e i tempi sul giro nella guida in pista, così da condividere i dati attraverso i principali canali social. Immutati, invece, alcuni elementi cardine della sportiva tedesca, vale a dire la scocca in alluminio, la capote in tela a gestione elettrica per la Roadster, la lubrificazione a carter secco del V8 e la trasmissione a doppia frizione AMG Speedshift DCT a sette rapporti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Fiat Concept Centoventi, frontale, Salone di Ginevra 2019

Fiat Centoventi, 500 elettrica e le altre novità di Fiat in arrivo

tutor ok

Tutor di nuovo attivo entro pochi giorni. La Cassazione dà ragione ad Autostrade

dodge_viper_rt_10 rossa

Youngtimer – Dodge Viper, storia della supercar che non c’è più. Purtroppo