Mini Countryman Cooper S E ALL4: ibrida senza veli

Crossover in salsa MINI, in variante ibrida plug-in. Ecco tutte le novità della più stilosa delle auto per famiglia, la MINI Countryman

Che fosse in arrivo era noto. Che costasse 37.350 euro anche. Mancavano però alcune informazioni fondamentali per completare il quadro tecnico della prima ibrida della storia MINI. La Countryman Cooper S E ALL4 è finalmente senza veli.

Ebbene sì, il powertrain è proprio quello della BMW 225xe, composto secondo tradizione da un 3 cilindri 1.5 turbo a iniezione diretta della benzina da 136 cv e 220 Nm di coppia, posizionato (trasversalmente) all’avantreno insieme al cambio automatico Steptronic a 6 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia, e da un motore elettrico da 88 cv e 165 Nm collocato al retrotreno.

L’architettura meccanica

In corrispondenza dell’assale posteriore trovano posto anche l’elettronica di potenza, le batterie al litio da 7,6 kWh del sistema ibrido plug-in, pertanto ricaricabili mediante una comune presa di corrente, e il serbatoio del carburante. L’accoppiamento del 1.5 turbo con il propulsore a zero emissioni porta in dote 224 cv e 385 Nm, oltre a consumi irrisori – MINI Countryman Cooper S E ALL4 percorre mediamente 47,6 km/l – a un’autonomia in modalità puramente elettrica di 42 km (con una velocità massima di 125 km/h) e, soprattutto, alle 4WD.

Trazione integrale a gestione elettronica

La trazione integrale in dotazione alla Cooper S E si differenzia profondamente dai tradizionali sistemi MINI ALL4; non per efficacia, quanto piuttosto per schematismo e logica di funzionamento. Anziché una connessione meccanica tra gli assali è infatti attiva una gestione puramente elettronica delle quattro ruote motrici, con il motore termico che lavora all’avantreno e l’elettrico al retrotreno. Quanto alle batterie, che beneficiano della funzione di rigenerazione dell’energia nelle fasi di frenata e non di carico del propulsore, la ricarica completa può avvenire in 2 ore e 30 minuti optando per una Wallbox.

Tre modalità di guida

La MINI Countryman Cooper S E ALL4 scatta da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi e raggiunge una velocità massima di 198 km/h. Un’accelerazione degna della massima considerazione, più rapida di ben 3 decimi rispetto alla “gemella” Cooper S ALL4 mossa da un 2.0 turbo benzina da 192 cv. Il guidatore, nello specifico, può selezionare le modalità di guida Auto eDrive, Max eDrive e Save Battery. Nel primo caso, la vettura predilige la propulsione elettrica sino a una velocità di 80 km/h, mentre nel secondo si raggiungono i 125 km/h a emissioni zero.

Con la terza, diversamente, il motore termico è chiamato a lavorare costantemente, così da favorire la conservazione e rigenerazione dell’energia negli accumulatori. Tutto oro quel che luccica? Sostanzialmente sì, fatta eccezione per l’impossibilità di regolare longitudinalmente il divanetto e la “perdita” del sottofondo del bagagliaio, dovuta agli ingombri della tecnologia ibrida. La capacità di carico si riduce così da 566/1.390 litri a 405/1.275 litri.