BMW X3 MY18: adesso è hi-tech

28 giugno 2017 - 6:06

Si rinnova la seconda vettura più venduta del Gruppo BMW. In vista del Salone di Francoforte, debutta la terza generazione della SUV X3, attesa nelle concessionarie italiane a novembre. Più grande di 6 cm rispetto al passato e con un interasse maggiorato di 5 cm, promette un comfort e un’abitabilità sconosciuti al precedente modello.


Più leggera e aggressiva
Il coefficiente di resistenza aerodinamica (Cx) passa da 0,32 a 0,29. Un dato che lascia intuire la profonda rivisitazione cui è stata sottoposta la vettura, resa esteticamente più filante e aggressiva. Il classico doppio rene BMW, ad esempio, è più ampio se paragonato alla precedente generazione, i fendinebbia divengono sottili anziché tondi, i gruppi ottici posteriori sono ridisegnati e i cerchi in lega partono da 18 pollici invece che da 17. L’immagine della vettura si rafforza, mentre il peso si riduce mediamente di 55 kg. Quanto all’abitabilità, i cm in più sono dedicati ai passeggeri posteriori, dal momento che la capienza del bagagliaio resta pressoché immutata – 550 litri con 5 persone a bordo – a fronte di una superiore praticità garantita dalla presenza di un ampio sottofondo e dalla possibilità d’inclinare gli schienali del divanetto frazionabile 40/20/40.


Automatica e integrale al lancio
Al lancio, la nuova X3 sarà disponibile in tre versioni, tutte a trazione integrale con il cambio Steptronic a 8 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia. Entry level è la xDrive20d, dotata di un 2.0 td da 190 cv e proposta a 49.900 euro. A questa si affiancano la più performante xDrive30d, mossa da un 6 cilindri in linea 3.0 td negli step da 249 o 265 cv con prezzi da 56.800 euro, e la top di gamma M40i, prima M Performance della storia di X3, equipaggiata con l’esuberante 6 cilindri in linea 3.0 turbo twin-scroll a iniezione diretta della benzina da 360 cv e 500 Nm di coppia (61.800 euro e da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi). Successivamente, debutteranno ulteriori powertrain benzina e Diesel, oltre alle varianti a trazione posteriore e trasmissione manuale. Non mancheranno le proposte ibrida plug-in ed elettrica, attese rispettivamente nel 2019 e 2020.

Travaso di tecnologia dalla Serie 5
La nuova X3 beneficia di un upgrade a livello di finiture, apparati multimediali e dotazioni di sicurezza reso possibile da un marcato travaso di tecnologia dalla più recente generazione della Serie 5. Sono così disponibili plus quali la strumentazione integralmente digitale, l’head-up display a colori, il sistema d’infotainment con touchscreen da 10,2 pollici e comandi sia vocali sia gestuali, il climatizzatore automatico trizona oltre a evolute funzioni di assistenza alla guida. In primis il cruise control adattivo con rispetto dei limiti di velocità e funzione Stop & Go, la frenata automatica d’emergenza, l’avviso di rischio di collisione laterale o d’imbocco di una strada contromano, l’assistente personale alla mobilità e la ricerca intelligente del parcheggio, controllabile anche da remoto. Tecnologie che si aggiungono ai fari adattivi full LED e alla visione notturna per l’individuazione di persone e animali. La nuova X3 è hi-tech.


Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ford_puma_st verde tra quarti anteriore

Ford Puma ST, 200 cv per le faccende quotidiane

nuova BMW M3

BMW M3 vs Tesla Model S Plaid, la sfida “folle”

Citroën C4 e ë-C4, al via gli ordini