Panda, i suoi primi 40 anni tra innovazioni e versioni speciali

Ripercorriamo la storia dell’icona di Fiat, ancora al numero 1 delle vendite in Italia

6 – LA PANDA È ELETTRICA GIÀ NEL 1990

panda_elettraIl colpo di scena, il balzo in avanti, se non altro ideologico, Fiat lo compie nel 1990. In netto anticipo sui tempi, lancia infatti la Panda elettrica, la Panda Elettra. La scocca e le sospensioni sono quelle della 750 Fire, ma il motore a combustione viene rimpiazzato da uno elettrico da 14 kW, alimentato da un pacco di 12 batterie al piombo. “Dettaglio”: gli accumulatori prendono il posto del divano e di buon parte del bagagliaio, a cui rimane solo lo spazio al di sopra delle batterie stesse e della portata massima di 150 kg. Le prestazioni? “Arcaiche”: 70 km/h di velocità massima, autonomia di 100 km e 8/10 ore per la ricarica. Quanto alle batterie, al piombo da 172 Ah, devono essere sostituite ogni 35.000 km.