2 LIVE  

Du is megl che four

Nell’immaginario collettivo il classico SUV ha la trazione integrale e un motore turbodiesel. Sul mercato, invece, i numeri raccontano una storia diversa. Tra i SUV del segmento B, quelli compatti e che ultimamente vanno per la maggiore, addirittura l’86% degli esemplari immatricolati ha due ruote motrici e la quota di motori a benzina è in crescita. Il motivo è presto detto. Un’auto a trazione anteriore ha un prezzo più basso, pesa e consuma meno e ha costi di manutenzione inferiori. E nella maggioranza dei casi si comporta come una che spinge con tutte e quattro le ruote, su strada e nel fuoristrada leggero. Il merito va in parte anche ai recenti sistemi di controllo di trazione evoluti, che, grazie alle logiche raffinate delle loro centraline, sono capaci di assicurare un’ottima motricità su qualsiasi fondo. L’esempio di questo nuovo corso viene dalla Citroën C3 Aircross con motore 1200 PureTech e il sistema Grip Control offerto in opzione su tutta la gamma, con esclusione della sola versione entry level da 82 cv.

Diesel? Anche no…

La C3 Aircross la conosciamo bene. Noi di RED l’abbiamo già guidata – e apprezzata molto – nella versione 1.6 BlueHDi. E a quel test rinvio per tutto quel che riguarda l’analisi della carrozzeria, massiccia ma senza quell’aria ingrugnita di chi vuole inutilmente spaccare il mondo, e dell’interno, allegro e accogliente, oltre che spazioso e versatile. Qui mi voglio concentrare su altro e soprattutto sul motore, il pluripremiato turbo a benzina PureTech. Questa unità è perfetta per equipaggiare il SUV del double chevron e rappresenta un’ottima alternativa al Diesel per chi non abbia percorrenze annue particolarmente alte. Girate pagina e sedetevi accanto a me per la prova, con una escursione su neve dedicata al Grip Control.

Indietro