Renault Clio Hybrid, quanto consuma e come va su strada

Un’ibrida “diversa” dal solito, guidata per 100 km dalla città all’autostrada, passando per l’extraurbano, per verificarne il consumo vero

Un ibrido diverso dal solito

Abbiamo fatto cenno prima all’ibrido di Renault, diverso da quelli visti finora. In sostanza, il motore di 1,6 litri a benzina (da 91 CV) è supportato da due motori/generatori elettrici (da 49 e da 20 CV) ed è abbinato – qui la novità maggiore – a un cambio automatico a 4 marce senza frizione, che permette di far partire l’auto in modalità elettrica. In totale, fanno 140 CV.

Il sistema funziona in serie o in parallelo ed è progettato per massimizzare il funzionamento a zero emissioni (locali); di sicuro, sempre in fase di avvio. Secondo Renault, la Clio Hybrid è in grado di viaggiare, in città, fino all’80% del tempo in modalità puramente elettrica (e fino a 75 km/h di velocità massima). Nel dettaglio, l’unità elettrica più piccola funge da motorino d’avviamento per il 4 cilindri, da generatore di corrente e da “sincronizzatore” per l’innesto (che avviene in modo automatico) delle quattro marce.

La batteria agli ioni di litio ha una capacità di 1,2 kWh ed è posta sotto il piano del baule, sull’asse posteriore. Risultato: il vano di carico passa da 391 litri a 301 litri, ma la ruota di scorta rimane. Tornando alla trasmissione, definita Multi-mode, conta su un innesto a denti e offre un altissimo rendimento grazie all’assenza di attrito tra i componenti interni.

Il percorso della #ThehundREDChallenge e lo stile di guida
I consumi reali
Appagante ma l’elettronica non convince
Come funziona il full-hybrid secondo Renault

renault_clio_hybrid prova consumi