Suzuki Swace, una SW ibrida è l’acquisto intelligente (per una famiglia)?

Un test di 1.000 km per capire punti di forza e di debolezza e per vedere quanto consuma davvero

Spendere bene i propri soldi è un desiderio e un obiettivo di tutti, a maggior ragione se si deve far quadrare il budget familiare e se si rientra dunque nella larghissima parte di popolazione che non dispone di un conto in banca tendente all’infinito. Spendere bene non significa però spendere il meno possibile. Restringendo il campo alle auto, data una certa cifra, è cruciale trovare il modello che meglio soddisfi le proprie esigenze. Nel caso in cui si abbia bisogno di un’auto spaziosa, la Suzuki Swace ha tutte le carte in regola, almeno teoricamente, per essere considerata un acquisto intelligente. Per togliermi e togliervi il dubbio, iniziamo subito questo test di 1000 km.

Il segmento a cui appartiene la Suzuki Swace è quello delle station wagon di segmento C, ovvero lunghe circa  fra i 4,5 e i 4,7 metri. La Swace misura 4,66 m in lunghezza, 1,79 e 1,46 in altezza. Dimensioni importanti, che almeno sulla carta (e poi vedremo nel concreto) dovrebbero garantire tutto lo spazio che serve a una famiglia. Di quattro persone, certo, ma magari anche di cinque. Il bagagliaio? 596 litri in configurazione 5 posti, 1.606 di capacità massima. Per capirci, siamo sui livelli di SUV di pari dimensioni.