Suzuki Swace, una SW ibrida è l’acquisto intelligente (per una famiglia)?

Un test di 1.000 km per capire punti di forza e di debolezza e per vedere quanto consuma davvero

Il comfort in autostrada e il funzionamento degli ADAS

I 750 km “girano” in autostrada: Se si pensa che le station wagon sono sinonimo di famiglia e di lunghi viaggi, le tre corsie sono l’habitat naturale della Swace. E infatti il comfort è totale: si viaggia nel relax assoluto, isolati dai rumori e dalle sconnessioni e senza fruscii aerodinamici. In autostrada c’è poi il valore aggiunto del cruise control adattivo, fluido come pochi altri nella gestione di freno e gas. Discorso a parte per il mantenimento attivo della corsia. Un dispositivo che come ho già detto in occasione di altre prove – e su tutte le auto, di tutti i marchi – va benissimo finché la strada è dritta.

Vi verrà voglia di disinserirlo dopo pochissimi chilometri se invece fate un’autostrada piena di curvoni, oppure in extraurbano. In quel caso, quando viene naturale spostarsi leggermente all’interno della corsia è un continuo “lottare” con l’intelligenza artificiale che vuole mantenere l’auto perfettamente centrata e, com’è ovvio che sia, non ne vuole sapere delle vostre traiettorie.