Youngtimer – Volkswagen Golf, storia delle prime 7. In attesa dell’ottava

Ormai è questione di giorni, poi la Golf VIII verrà svelata al mondo. Ecco la storia dei suoi primi 55 anni

Golf IV, la più amata di sempre

volkswagen Golf IV verde Nel 1998 arriva la Golf IV. Segni particolari: una qualità mai vista prima. Lo spazio tra i lamierati è minimo, a tutto vantaggio dell’aerodinamica (dunque comfort ed efficienza), resa possibile anche dalla rigidità della struttura, completamente nuova. E mentre alcune concorrenti lottano ancora con scarso successo contro la ruggine, Volkswagen offre 12 anni di garanzia contro la corrosione, grazie alla carrozzeria completamente zincata. Per questi motivi e per il suo design ancroa attuale, la Golf IV è da molti considerata la migliore di sempre.volkswagen Golf IV plancia

Quanto alla tecnica, da segnalare il motore 1.8 a benzina con 5 valvole per cilindro, mentre il diesel di spicco è il più potente, il 1.9 TDI da 150 CV. Suo fiore all’occhiello è la soluzione dell’iniettore pompa, grazie a cui la pressione di iniezione supera i 2.000 bar e la polverizzazione del gasolio raggiunge livelli mai toccati prima.

Nel 1998 ecco la 4×4, con la denominazione che passa da Syncro a 4Motion, mentre il giunto viscoso lascia spazio al differenziale Haldex, più leggero. 12 mesi prima della pensione, l’edizione numero 4 lascia a bocca aperta con la R32; nasce la Golf più potente di sempre. I cavalli erogati dal 3.2 V6 sono 241, affidati alla trazione integrale.

volkswagen Golf IV gialla posteriore