Le e-bike piacciono sempre di più. È un dato di fatto, visti gli ottimi risultati ottenuti dal mercato italiano lo scorso anno, con quasi 150.000 pezzi venduti, pari a un + 19% rispetto al 2016. Così le aziende corrono ai ripari, aggiungendo pagine ai cataloghi (ultima, in ordine di tempo, la tedesca Canyon con il lancio della Spectral:ON), con una produzione che nel 2017 ha raggiunto un +48% e che coinvolge tutto il comparto: dalla componentistica alla progettazione al design fino al fiorire di circuiti creati su misura.
EICMA 2018, in programma dal 6 all’11 novembre nei padiglioni fieristici di Rho-Pero (leggi qui le info), si appresta a dire la sua riguardo a questa tendenza positiva, ampliando lo spazio riservato alle aziende del settore. 

Era prevedibile ma la conferma ufficiale è arrivata da Andrea Dell’Orto, presidente di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori), con il suo intervento alla trasmissione radiofonica Capital Start Up.
L’area e-bike – ha rimarcato Dell’Orto – è già il terzo anno che viene offerta come opportunità per le imprese e per gli appassionati e quest’anno occuperà una superficie ancora più grande rispetto alle edizioni precedenti, a conferma del crescente interesse attorno a questo mondo, che ci spinge a continuare nell’attività di promozione e sostegno”.
Il contatto con la due ruote elettrica, mtb o nella versione cittadina, non avverrà solo al coperto: i visitatori del Salone avranno la possibilità di testarne le caratteristiche su una pista esterna, scegliendo se aggirarsi o meno tra gli ostacoli, in salita e in discesa.