Honda CRF250L 2012

Enduro monocilindrica con vocazione metropolitana, fa parte della schiera di moto facili che hanno bisogno di poca manutenzione e non si fermano davanti a nulla, nemmeno di fronte al fuoristrada leggero

29 febbraio 2012 - 15:02

Il suo debutto è avvenuto al recente salone di Tokyo: la nuova Honda CRF250L punta a conquistare i neofiti, motociclisti che esordiscono sulle due ruote e hanno bisogno di un veicolo di piccola cilindrata per fare apprendistato. La Honda CRF250L non è una moto da competizione benché condivida il nome con le regine del Motocross e dell’enduro mondiale. La 250L propone un approccio “easy” alla guida e soprattutto garantisce manutenzione essenziale a costi minimi.

Il monocilindrico quattro tempi e quattro valvole ha la distribuzione bialbero, a differenza di quella a singolo albero Unicam delle cugine da gara; il telaioè  in acciaio, simile a quello da competizione, creato su misura per ospitare il monocilindrico e caratterizzato da dimensioni molto compatte per non mettere in difficoltà i motociclisti di primo pelo. Honda, oltre al telaio in alluminio, conferma il leveraggio progressivo Pro-Link per l’ammortizzatore posteriore, come la forcella rovesciata priva di regolazioni.

Sul mercato la concorrenza si chiama Kawasaki KLX 250, che ha caratteristiche simili. La CRF250L arriverà entro l’estate ma non è stato ancora definito il prezzo d’acquisto. Considerata la quotazione dell’antagonista in verde non dovrebbe, però, essere superiore ai 5.000 euro, salvo improvvise fluttuazioni dello yen.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Yamaha MT-125 2020, arriva il motore a fasatura variabile

honda_integra_type-r gialla

Youngtimer – Honda Integra Type R, coupé da intenditori

KSR Group, un mondo a due ruote