Kawasaki Ninja H2 2019, la più potente di tutte

Per il 2019, la Kawasaki Ninja H2 è ancora più potente: 231 cv. Potenza ottenuta grazie a modifiche meccaniche, che tra l’altro hanno interessato non solo il motore.

25 settembre 2018 - 13:09

Più potenza, grazie

“I cavalli logorano chi non li ha”. Questa massima dev’essere giunta al quartier generale di Kawasaki, ad Akashi, perché per il 2019 la loro sportiva sovralimentata, la Kawasaki Ninja H2, avrà ancora più potenza. 231 cv, un risultato ottenuto grazie a modifiche meccaniche ma non solo: sono nuovi il filtro aria, la camera d’aspirazione, le candele e la centralina. Aggiornamenti che derivano dalla sorella turistica SX e che hanno comportato anche consumi inferiori, stando alle dichiarazioni ufficiali. Un aumento di potenza che non deve sorprendere, viste le capacità mostruose della H2R non omologata da 314 cv. E’ evidente che Kawasaki ha lasciato un po’ più libere le briglie al suo quattro cilindri sovralimentato, come è altrettanto evidente che ormai l’agreement sul limite dei 200 cv che i costruttori giapponesi si erano autoimposti anni fa si è sgretolato.
Non solo cavalli

Per compensare l’aumento di prestazioni, la Kawasaki Ninja H2 2019 adotta nuove pinze freno Brembo Stylema (che hanno esordito sulla Ducati Panigale V4), eredi delle M50. Più leggere, rigide e performanti, sono il top della produzione in serie dell’azienda italiana. La Kawasaki Ninja H2 2019 è equipaggiata con le Bridgestone RS11 (prima RS10).

L’on Board di Stefano Cordara a Losail con la Ninja H2R

A livello estetico sul carter motore appare il logo “Super Charged” ma soprattutto la vernice della carrozzeria è ora di tipo autorigenerante, una tipologia molto diffusa nel mondo dell’auto e che debutta nel pianeta moto proprio con l’H2. Infine la strumentazione è a colori e può connettersi via Bluetooth allo smartphone del pilota.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Alpinestars e Diesel, arriva la capsule di ispirazione racing

Concorso “Join Ducati”, in palio una Hypermotard 950 

Continental TKC 80 alla Transitalia Marathon 2019