Come scegliere la prima moto

Una serie di consigli per risolvere l'annoso problema: come scegliere la prima moto? Cosa devo tenere a mente? Ecco un'ottima linea guida

1656

9ECCO COME SCEGLIERE LA PRIMA MOTO

Dopo infiniti labirinti burocratici e complicate prove pratiche, anche tu sei entrato a far parte del fantastico mondo dei motociclisti: hai conseguito la patente A! Non importa la categoria (A1, A2 o A3): il tuo curriculum ora ti permette di guidare una moto. Già, ma quale? La risposta non è immediata. Devi sapere che perfino motociclisti con molte primavere (e milioni di chilometri) alle spalle  ancora non hanno chiaro quale sia la loro moto ideale. Il motivo è che probabilmente non esiste una moto perfetta o, più semplicemente, è bello cambiare moto nel corso degli anni. Rimane però il fatto che, per chi comincia una carriera motociclistica, esiste una serie di accortezze che aiutano a scegliere la prima moto, una guida pratica per non sbagliare. Ecco i consigli per scegliere la prima moto (mentre qui trovi le migliori moto per neopatentati A2).

Indietro
CONDIVIDI
Alessandro ha 14 anni quando il suo migliore amico si presenta sotto casa con un MBK Booster fiammante, elaborato che manco quelli da trofeo. Ale non sta nella pelle, lo vuole provare subito. L’amico glielo concede raccomandando la massima cautela perché “l’ho appena preso”. La sequenza successiva è: 30 metri con le due ruote a terra, impennata, cappottata e perdita probabile di una amicizia. Da quell’esperienza Alessandro poteva capire due cose: Le moto non facevano per lui. Le moto sarebbero state il suo futuro. Purtroppo ha capito quella sbagliata e ce lo siamo ritrovati a RED. Da quando ha 22 anni, tra un esame e l’altro della facoltà di Ingegneria meccanica (poi terminata con la Laurea) ha iniziato a provare moto di ogni genere: dallo scooter (memore della sua fantastica prima esperienza) alle supersportive da gara, passando per custom, enduro e bagger da 400 kg. Sempre con la voglia di raccontarle e sempre tenendo a mente l’espressione stupita (ancora non sappiamo se felice) del suo amico (incredibilmente rimasto amico) in quel fatidico pomeriggio. Oggi a RED prova e racconta ancora moto di ogni tipo. E non impenna (quasi) più.