Le migliori moto 125

Giovani d'oggi, questa classifica è per voi: abbiamo raccolto le migliori 125 del mercato e le abbiamo ordinate in senso alfabetico. Una panoramica che può tornare utile anche per confrontarle a colpo d'occhio: prezzo, peso e altri dati tecnici raccontati per muoversi nel mare magnum delle moto da sbarbati

115988

14Le migliori moto 125? Eccole servite!

Quando si parla di 125, capita spesso che gli over 30 la mettano sul piano personale, paragonando i mezzi posseduti in gioventù (le varie Cagiva Mito, Aprilia RS 125 2T e via discorrendo) con quelli attuali. “La mia faceva i 190”, “Le 125 di oggi sono meno emozionanti di un frullatore”. Frasi così, sentenziate senza filtro. Vi sveliamo un segreto: inutile rimpiangere i vecchi tempi perché non torneranno o, quantomeno, non come una volta. Perché il mondo è cambiato, i giovani sono cambiati e con loro le loro esigenze. La verità è che, ai 16enni del 2017, avere una moto con prestazioni da MiniGP interessa poco. A dirlo non siamo noi ma i numeri: nonostante la legge imponga una potenza massima di 11 kW per tutte le 125, le vendite sono in costante crescita. Non solo: l’attuale panorama di offerte disponibili è variegato e completo, proprio come per le cilindrate più alte. Così, tra un post di Facebook e un video di Youtube, l’occhio di un adolescente oggi può cadere anche su moto molto appetibili, che non sono semplicemente la brutta copia delle “moto dei grandi”. Perché hanno ciclistiche raffinate e sono tecnologicamente avanzate (i motori più moderni sono bialbero con raffreddamento a liquido, tanto per dirne una). Abbiamo selezionato le migliori moto 125 del mercato e ve le proponiamo in rigoroso ordine alfabetico. E voi, “diversamente giovani”, fateci un favore: mettevi il cuore in pace!

Indietro
CONDIVIDI

Alessandro ha 14 anni quando il sui migliore amico si presenta sotto casa con un MBK Booster fiammante, elaborato che manco quelli da trofeo. Ale non sta nella pelle, lo vuole provare subito. L’amico glielo concede raccomandando la massima cautela perché “l’ho appena preso”. La sequenza successiva è: 30 metri con le due ruote a terra, impennata, cappottata e perdita probabile di una amicizia. Da quell’esperienza Alessandro poteva capire due cose:
Le moto non facevano per lui.
Le moto sarebbero state il suo futuro.
Purtroppo ha capito quella sbagliata e ce lo siamo ritrovati a RED.
Da quando ha 22 anni, tra un esame e l’altro della facoltà di Ingegneria meccanica (poi terminata con la Laurea) ha iniziato a provare moto di ogni genere: dallo scooter (memore della sua fantastica prima esperienza) alle supersportive da gara, passando per custom, enduro e bagger da 400 kg.
Sempre con la voglia di raccontarle e sempre tenendo a mente l’espressione stupita (ancora non sappiamo se felice) del suo amico (incredibilmente rimasto amico) in quel fatidico pomeriggio. Oggi a RED prova e racconta ancora moto di ogni tipo. E non impenna (quasi) più.