Prova Yamaha NMax e D’elight 125, quale scegliere?

Sono due modi in cui Yamaha interpreta la ricetta per risolvere i problemi della mobilità urbana, diventati ancora più evidenti a causa della pandemia. D’elight è essenziale, leggerissimo e accessibile. NMax punta su maneggevolezza, piacere di guida e versatilità.

Pregi e difetti

Abbiamo guidato un giorno sulle strade tutt’altro che lisce di Firenze, siamo saliti sulla collina di Fiesole e siamo ritornati sfidando un traffico non troppo congestionato. Un test tutto sommato significativo di quello che può essere lo scenario tipico di questi due scooter, ossia una grande città con centri storici lastricati di pavé e attraversati dalle rotaie dei tram, ricche di semafori e file di auto fra cui sgusciare, e magari con sette colli intorno. Premesso che sia D’elight sia NMax sono stati promossi, ecco i dettagli delle pagelle, che evidenziano le chiare inclinazioni di ciascuno.

Yamaha D’elight 125

PREGI
-Motore brillante
-Leggerezza e maneggevolezza
-Capacità di carico
-Consumi
-Prezzo

DIFETTI
-Sospensioni poco efficaci sullo sconnesso
-Mancanza presa USB

Yamaha NMax 125

PREGI
-Motore brillante
-Maneggevolezza
-Feeling di guida
-Dotazioni
-Qualità percepita

DIFETTI
-Sospensioni migliorabili
-Vano presa 12V aperto

Vita a bordo