Yamaha Niken GT, 3 ruote da viaggio

Con la Yamaha Niken GT amplia l’offerta delle moto dedicate al turismo. Con una tre ruote per i lunghi viaggi

5 novembre 2018 - 19:11

Se c’è una moto che ha scatenato commenti e polemiche è senza dubbio la Niken. Fin dalla presentazione all’EICMA 2017, questa Yamaha ha provato a sdoganare il concetto che tre ruote su una moto possono avere un senso, con risultati contrastanti. Yamaha crede che possa essere una soluzione e rincara la dose per il 2019 presentando la nuova Niken GT, pensata per affrontare in scioltezza anche i lunghi viaggi.
Accessori fondamentali

Cosa è necessario per un motociclista viaggiatore? Pochi ma fondamentali accessori. Ecco perché la Yamaha Niken GT è equipaggiata di serie con parabrezza rialzato (ma non regolabile), sella imbottita, borse laterali da 25 litri. La base del portapacchi incorpora i maniglioni per il passeggero e ci sono anche le manopole riscaldabili, la presa aggiuntiva da 12V e il cavalletto centrale.
Tecnica confermata

Il pacchetto meccanico è confermato: la Yamaha Niken GT sfrutta il tre cilindri strettamente derivato dalla MT-09, 847 cc per 115 cv a 10.000 giri, e un telaio specifico (un traliccio in alluminio e acciaio) accoppiato a una doppia forcella anteriore con sistema di basculamento Ackermann, che permette un angolo di piega massimo di 45°. Come riconoscerla dalla versione standard? Facile: le colorazioni della GT sono su base grigia con steli forcella neri oppure blu con steli dorati, esattamente gli stessi della Tracer 900 GT.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Il casco integrale, quando la sicurezza non è un’opzione

In Islanda con Honda X-ADV
Diario di viaggio

Alpinestars e Diesel, arriva la capsule di ispirazione racing