Audi e-tron S Sportback, il SUV elettrico che ama i traversi – Prova

Grande, grossa, pesante. Eppure agilissima, entusiasmante, coinvolgente. E non vede l’ora di mettersi di traverso…

Che le auto elettriche possano andare fortissimo non è certo una novità, né una scoperta di Audi con la e-tron S Sportback. Piuttosto, a Ingolstadt hanno progettato questa auto con l’intento dichiarato di divertire, entusiasmare chi si trova al volante. Sì, avete letto bene. Nonostante si tratti di uno Sport Utility lungo 4,9 metri (largo 1,94 e pesante 2,5 tonnellate circa) e nonostante la trazione elettrica, lo scopo della e-tron S Sportback è quello di soddisfare chi si mette al volante per ricavare appagamento dalla guida. Fra gli obiettivi, tanto per capirci, non c’era quello di stabilire nuovi primati di accelerazione o di velocità (4,5 secondi per scattare da 0 a 100 km/h, velocità massima autolimitata a 210 km/h e 365 km di autonomia).

Una sfida molto impegnativa: relativamente parlando, infatti, sono capaci tutti di imbottire un’auto di batterie e di tirarne fuori prestazioni da dragster. Ben altra cosa è mettere a punto un telaio capace del massimo comfort possibile oggi su un’auto e, nello stesso, di “driftare” (solo su richiesta, ovviamente, e solo disinserendo l’ESP).

Basta metter giù e lasciarla lavorare
Come funziona il Torque Vectoring elettrico
Le strade sono il suo più grande limite
Il senso della e-tron S. Oltre la e-tron S

Audi e-tron S Sportback plancia