Audi Q4 e-tron, i “nuovi interni” Audi. Punto per punto

Dai comandi vocali evoluti alla realtà aumentata, senza dimenticare spazio e flessibilità Audi sposta l’asticella più in alto

C’è posto anche per le piccole e grandi cose

Le auto premium, generalmente, non sono famose per l’ampia offerta di vani portaoggetti e tasche all’interno dell’abitacolo: la precedenza ce l’ha il design e troppe aperture non stanno bene. Con la Q4 e-tron, Audi è riuscita invece a coniugare il tutto: c’è infatti un ampio portfolio di portaoggetti che, considerando anche il cassetto principale, raggiungono il volume complessivo di 24,8 litri. La consolle integra due porta bevande, un vano da 4,4 litri dotato di chiusura, sino a quattro prese USB-C e l’Audi phone box per la ricarica wireless dello smartphone. Le portiere sono caratterizzate da incavi per l’alloggiamento delle bottiglie da 1 litro che, posizionate in prossimità del bracciolo, risultano facilmente raggiungibili.

Audi Q4 e-tron tunnel centrale

E il bagagliaio? 520 litri di capacità, come la “sorella maggiore” Audi Q5. Abbattendo gli schienali del divanetto, frazionabili 40:20:40, si ottiene una superficie di carico pressoché piatta e la capacità cresce sino a 1.490 litri.

Più spazio a parità di ingombro
C’è posto anche per le piccole e grandi cose
Qualità ai massimi livelli
Tante informazioni, di facile consultazione