BMW iX3, SUV ed elettrico, ma BMW nell’anima

“Tutto il contrario” di una BMW vecchia maniera, ma solo sulla carta. In realtà, le tradizioni sono rispettate. Ecco perché

Certe cose vanno messe in chiaro subito: il mondo dell’auto, e non solo, sta cambiando a una velocità mai raggiunta prima nei suoi oltre 100 anni di storia e la nuovissima BMW iX3 è uno degli esempi più lampanti di ciò. A noi automobilisti non resta che adeguarci. Oppure continuare a sostenere che i motori a benzina e a gasolio siano i migliori possibili, che la transizione verso i motori elettrici è non solo inutile ma sbagliata, che non possiamo fare a meno del rumore del propulsore a combustione, persino quando si tratta di un 3 cilindri a gasolio.

Insomma, il consiglio è quello di togliersi subito il “filtro nostalgia” prima di leggere questa prova della BMW iX3, perché la fine dei motori endotermici è già segnata. Alcuni gruppi hanno già segnato la data sul calendario, altri (come BMW peraltro) non ancora, ma la direzione è quella. E qui non troverete spazio per la nostalgia. C’è, questo sì, qualche riferimento al passato, utilizzato solo per capire se e quanto BMW si sia spostata dai cardini della sua storia.

Una X3 “trapiantata”

Prima di andare alla parte relativa alle sensazioni di guida, comincerei col dire – nel caso non ve ne foste accorti – che la iX3 non è altro che la X3 a cui è stata completamente asportata la meccanica “classica” per far posto a batterie, inverter, motore elettrico e tutto quello di cui si compone una vettura 100% elettrica.

BMW iX3 prova dettaglio selettore cambio

Non nasce su una piattaforma dedicata, né sull’ultima del Gruppo BMW (quella della iX, per capirci), ovvero quella concepita per ospitare tutte le tipologie di alimentazione e per dare vita ad auto a benzina, a gasolio, ibride mild, ibride plug-in ed elettriche su una stessa linea di produzione. Una via diversa da quella seguita da Audi con la e-tron, per esempio, che nasce sulla piattaforma dedicata MLB evo.

Diamo un po’ i numeri

E ora invece un po’ di numeri, i più importanti per un’elettrica: la capacità netta della batteria è pari a 74 kWh (80 quella lorda), per un’autonomia dichiarata di 458 km (WLTP) e un tempo di ricarica di 10 minuti per ottenere 100 km di autonomia WLTP (sfruttando il massimo della potenza possibile, in corrente continua, pari a 150 kW). Le prestazioni? 0-100 km/h in 6,8 secondi, 0-60 km/h in 3,7 secondi e una velocità massima autolimitata di 180 km/h. Potenza e coppia si attestano invece a quota 286 CV e 400 Nm.

BMW iX3 prova - statica - vista laterale (bianca)

Volete altri numeri che… contano? La iX3 è lunga 4,73 metri, larga 1,89 e alta 1,67. Quanto al peso, la bilancia si ferma molto in alto: 2.260 kg. Tanto, vero, ma BMW tiene a precisare che il baricentro si abbassa di ben 7,4 cm, rispetto a quello della X3 con motore a gasolio e a benzina. E dopo vedremo come questo si traduce su strada. Capitolo bagagliaio: la capacità cala di 40 litri (poco in verità, e comunque all’altezza di una famiglia di 4 persone), precisamente a quota 510 – 1.560 litri, contro 550 – 1.600.+

Come va