Coronavirus, nessuna sospensione del pagamento dell’assicurazione

19 marzo 2020 - 12:37


Il cliente può sottoscrivere un nuovo contratto di assicurazione con una compagnia diversa. Avendo il DL n.18 semplicemente esteso i termini di “tolleranza” ma non modificato nelle sue altre componenti la legge in vigore, la nuova polizza dovrebbe a questo punto decorrere dal momento del pagamento. Il cliente potrebbe effettivamente beneficiare di un periodo di assicurazione “esteso”, pur avendo pagato la stessa annualità.

Eventuali sinistri che dovessero accadere nel periodo compreso fra la scadenza della vecchia copertura e l’attivazione della nuova, purché occorsi entro 30 giorni dalla scadenza della vecchia copertura, dovrebbero essere a carico della prima compagnia (es. scadenza polizza con compagnia A 20 marzo 2020, si paga il 18 aprile 2020 il premio proposto dalla compagnia B, diversa rispetto a quella con cui si era assicurati precedentemente; la data di decorrenza della nuova polizza sarà la mezzanotte tra il 18 e il 19 aprile 2020 e la scadenza sarà il 18 aprile 2021; eventuali sinistri occorsi fra il 20 marzo 2020 e il 18 aprile 2020 saranno gestiti dalla compagnia A).

  1. No alla sospensione del pagamento
  2. Giorni aggiuntivi per l’Rc
  3. Rinnovo con la stessa compagnia
  4. Rinnovo con diversa compagnia
  5. Allungamento dei tempi di liquidazione danno

1 commento

mix1977s
16:59, 19 marzo 2020

e come sempre la limitazione tocca solo al consumatore… che non potendo muoversi per decreto brucia mesi di assicurazione col veicolo fermo (lo stesso dicasi per le garanzie dei veicoli)… un pò come per i divieti alla circolazione per i veicoli diesel che emettono PM10… e come si evince dalle analisi con il traffico fermo al 90% il pm10 aumenta… perchè… semplicemente non è il traffico di veicoli a produrlo ma il riscaldamento delle abitazioni… ma tant’è… come se per ridurre la possibilità di estinzione delle balene si vieti la caccia….. ai conigli…. giustamente. ma i burocrati al governo non vogliono utilizzare la propria intelligenza per far vedere che anche loro hanno un cervello molto meglio fare la pecorella e seguire il gregge…
spero solo che la gente se mai si andrà a elezioni se ne ricordi…