L’alternativa alle note Lotus 3-Eleven, KTM X-Bow e Radical SR8 è italiana. E costa (almeno) 200.000 euro. Forte di una lunghissima esperienza nelle competizioni, la parmense Dallara Automobili, specializzata in telai e vetture da pista, ha presentato il primo modello targato della propria storia. Una vettura, non a caso denominata “Stradale”, nata quale barchetta estrema, ma disponibile anche nelle configurazioni di carrozzeria targa e coupé.

Dallara Stradale dinamica
Alettone “monstre” opzionale

È omologata per circolare su strada, ma le competizioni rappresentano l’ossatura del suo DNA. In configurazione “base”, la Stradale è una classica barchetta priva di portiere e vetri laterali. La biposto italiana può però essere personalizzata aggiungendo il parabrezza, così da evolvere in una roadster estrema, oppure applicando un telaietto superiore a T, al quale possono essere oltretutto fissate delle portiere ad ali di gabbiano. Un upgrade che porta in dote le configurazioni targa o coupé. In aggiunta, per aumentare il carico aerodinamico, è disponibile un alettone opzionale di dimensioni monstre che permette alla vettura, complice la raffinata aerodinamica, di contare su oltre 820 kg di downforce alla massima velocità (280 km/h).

Cambio manuale o robotizzato

La Stradale si avvale di una monoscocca in carbonio con semitelai in alluminio e sospensioni a triangoli sovrapposti. Una configurazione tanto classica quanto raffinata cui si accompagna la carrozzeria integralmente in fibre composite, così da contenere il peso a secco in 855 kg. Un valore straordinario, cui consegue un rapporto peso/potenza di 2,14 kg/cv. Lunga 4,16 metri e alta solo 1,04 metri, la barchetta Dallara adotta un 4 cilindri 2.3 turbo benzina collocato centralmente. Un’unità di derivazione Ford; più precisamente il medesimo propulsore, opportunamente rivisto, destinato alla Mustang 2.3 EcoBoost e alla Focus RS. Motore, nello specifico, portato a 400 cv e 500 Nm di coppia in abbinamento a un cambio manuale a 6 rapporti o, in opzione, a una trasmissione elettroattuata a 6 marce gestibile automaticamente o mediante i paddle al volante e assistita da due tarature dell’elettronica (Normal e Sport).

Dallara Stradale interni
Regalo di compleanno

Caratterizzata dalla trazione posteriore, la Dallara Stradale scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi e raggiunge una velocità massima di 280 km/h. Tra gli optional spicca l’assetto regolabile, ribassabile per l’attività in circuito e garante, secondo la Casa, di un’accelerazione laterale prossima ai 2g. La vettura, il cui primo esemplare è stato consegnato al fondatore Gian Paolo Dallara in occasione dell’81esimo compleanno, è stata disegnata dalla GranStudio di Torino.

Dallara Stradale tecnica