Jeep Renegade S
La SUV compatta vuol far la sportiva

La letterina in grigio-rosso porta con sé conquista un aspetto serioso e hi-tech. Ricca la dotazione, anche per la sicurezza

5 febbraio 2019 - 15:50

Nata sull’ossatura della Limited, la Jeep Renegade S punta a stuzzicare chi vuole sottolineare il carattere sportivo della SUV compatta del Gruppo FCA. Nel porte aperte del 9-10 febbraio prossimo, infatti, potrete toccare con mano le novità di questa versione speciale. Stilistiche, ma non solo.

Vestito serioso

Da fuori, la Jeep Renegade S conquista nuovi proiettori full-LED e inediti fendinebbia, ma anche cerchi in lega da 19” in grigio: lo stesso colore che tinge anche le finiture della griglia e le scritte di denominazione modello, badge “S” compreso. In abitacolo spiccano invece sedili in tessuto nero e volante rivestito in pelle. Oltre, naturalmente, al clima automatico bizona e allo schermo touch da 8,4” con connettività Apple CarPlay e Android Auto, ormai irrinunciabile.

Anteriore o integrale

A spingere la Renegade S il quattro cilindri turbo benzina 1.3 da 150 cv, solo con trazione anteriore e cambio robotizzato e due turbodiesel Multijet: il 1.6 da 120 cv è solo 2WD e si può avere sia con cambio manuale sia robotizzato mentre il 2 litri Mjet da 140 cv è offerto con la combinazione 4×4 e cambio automatico a 9 marce. Alla voce sicurezza, infine, non mancano di serie cruise control adattivo, avviso di collisione con frenata assistita e Lane Assist ma anche il sistema che riconosce il limite e adegua la velocità.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Volvo XC90, il SUV è a guida autonoma

Jeep Renegade ibrida plug-in, il debutto su strada al Salone di Torino

Auto elettriche e ibride, l’Italia batte un colpo