Mercato auto in Italia: Diesel in calo (-54%), le HEV ne approfittano (+322%)

Oltre al drastico cale nelle immatricolazioni, il biennio 2019-2020 continua a stravolgere i numeri del parco auto circolante. Le auto Diesel continuano a calare drasticamente mentre le ibride-elettriche (HEV) ne approfittano con un balzo del +322%

Mercato auto in Italia

Con un calo netto del 20% nelle immatricolazioni in Italia (periodo di riferimento gennaio/settembre 2019-2021), il mercato auto continua a soffrire gli effetti della pandemia da Covid-19 nonostante qualche cenno di ripresa. Anche a livello europeo, in attesa delle analisi per il mese di settembre, le variazioni sono negative. Le immatricolazioni in Italia a fine settembre 2021 si attestano a 1.176.520 (dati UNRAE): tra i cali più rilevanti troviamo la vendita di auto km zero (le cosiddette “autoimmatricolazioni“) con quasi la metà dei modelli immatricolati in riferimento allo stesso periodo del 2019.

Elettriche e PHEV battono i Diesel

Tra i dati più importanti di queste statistiche, un focus particolare meritano le immatricolazioni sulla base della tipologia di alimentazione. Sempre nel periodo di riferimento gennaio/settembre 2019-2021, il calo medio del 20% si riflette in un -54% delle immatricolazioni delle auto Diesel, a fronte di un -44% delle motorizzazioni benzina. A sorprendere non è tanto il trend negativo quanto quello positivo legato alle nuove immatricolazioni di auto ibride: dai 78.496 modelli ufficialmente commercializzati nel 2019, oggi ritroviamo oltre 330.000 HEV (auto ibride ed elettriche) immatricolate nei primi nove mesi dell’anno.

Leggi anche: “I migliori SUV elettrici a meno di 30.000 € (con incentivi)

Uomo che carica un auto elettrica a un colonnina

Con una variazione percentuale del +322%, le ibride scalzano le auto Diesel avvicinandosi sempre più ai benzina. Gli EV puri (auto completamente elettriche) si attestano ancora a 47.242 modelli immatricolati nel periodo di riferimento, ben lontano dai numeri dei propulsori a combustione. Tuttavia, considerando la sola variazione percentuale vediamo crescere le elettriche del +512%: numeri impressionanti, spinti sicuramente dagli incentivi ma anche dalle offerte da parte delle Case: sempre più ampie e capaci di coprire, ormai, tutte le fasce principali di mercato.

Le cinque auto più vendute in Italia nel 2021

Fiat Panda – 85.673 immatricolazioni. La regina italiana delle immatricolazioni rimane la più venduta con quasi 8 milioni di esemplari prodotti a quarant’anni dall’uscita della prima serie. Disponibile a partire da 14.300 euro nella motorizzazione mild-hybrid (1.0 FireFly S&S Hybrid) Fiat Panda abbraccia anche la propulsione a gas – qui la nostra selezione delle migliori auto a GPL e metano. Prezzo e concretezza sono il suo forte.

Una piccola curiosità: oltre ad essere la più venduta, Fiat Panda è anche la più rubata.

promozione fiat-500-hybrid

Fiat 500 – 35.948 immatricolazioni. Con meno della metà delle immatricolazioni rispetto alla Panda, la sorella minore Fiat 500 continua a piacere attestandosi al secondo posto per numero di immatricolazioni in Italia. A fianco della più moderna variante 100% elettrica, Nuova 500, la piccola ed elegante citycar propone due motorizzazioni: GPL e mild-hybrid, entrambe da 70 CV. Prezzo di partenza 16.250 euro.

Lancia Ypsilon 2021 - statica tre quarti frontale

Lancia Ypsilon – 35.301 immatricolazioni. Segue a ruota il restyling di Lancia Ypsilon. L’unico modello Lancia attualmente in gamma riscuote successo in Italia, meno al di fuori del Bel Paese. Con un prezzo di partenza di 15.400 euro, Lancia Ypsilon è anche disponibile con le stessa motorizzazione ibrida di Fiat 500 e Panda, in aggiunta alle varianti a gas.

Leggi anche: “Il ritorno di Lancia: l’erede di Ypsilon e due nuovi modelli

Toyota Yaris – 29.673 immatricolazioni. Eletta auto dell’anno 2021 – il secondo posto è toccato a Fiat Nuova 500 – l’ultima generazione di Toyota Yaris continua ad ottenere consensi. Compatta, agile ed economica, la piccola giapponese non si fa mancare davvero nulla. Disponibile a partire da 18.300 euro – qui il confronto con Citroën C3 – Toyota Yaris si propone anche in versione full-hybrid e nella più “cattiva” variante Turbo GR Yaris Circuit da 261 CV.

Jeep Renegade – 29.117 immatricolazioni. I clienti americani preferiscono dimensioni maggiori dei 4,26 metri di lunghezza di Jeep Renegade. Tuttavia, in Italia la Renegade si classifica come la quinta auto più venduta. Con il restyling del 2018 e l’introduzione della propulsione ibrida (4xe), questo SUV tutto sommato compatto piace e vende: prezzo di partenza 24.900 € per il 1000 cc da 120 CV; 39.500 euro per la versione 4xe ibrida plug-in.