MINI model year 2017: una ventata di novità

22 maggio 2017 - 17:05

Come uno scultore affina le proprie opere, così MINI dedica una serie di aggiornamenti ai modelli in gamma, concentrati principalmente sull’ampliamento delle dotazioni, delle combinazioni di colori e dell’offerta di motori. Protagonista principale è la crossover Countryman, ma beneficiano di una ventata di novità anche la hatchback e la Clubman. Le vetture in configurazione 2017 saranno disponibili da luglio.


Countryman, entry level da 102 o 116 cv
Si chiamano One e One D le nuove entry level della gamma Countryman. La prima, dotata del noto tre cilindri 1.5 turbo a iniezione diretta della benzina condiviso con parte dei modelli compatti BMW, può contare su 102 cv e 180 Nm di coppia, mentre la seconda, equipaggiata anch’essa con un tricilindrico, vale a dire il conosciuto 1.5 td common rail, è accreditata di 116 cv e 270 Nm. Entrambi i propulsori lavorano in abbinamento a un classico cambio manuale a 6 rapporti; la variante automatica Steptronic del tipo mediante convertitore di coppia è optional limitatamente all’unità a benzina.

Retroilluminazione rilassante
MINI Clubman e Countryman condividono il pacchetto opzionale Wired che ora include lo standard Apple CarPlay per un dialogo privilegiato tra vettura e smartphone. Il sistema d’infotainment porta in dote anche inedite schermate e funzionalità, comprese le regolazioni dell’head-up display (se in dotazione). Viene esteso a tutti i modelli l’aggiornamento della plancia che di notte vede passare la retroilluminazione dall’arancio al bianco. Una modifica apparentemente di dettaglio, ma che accoglie le richieste di buona parte degli utenti MINI, alla ricerca di una soluzione più rilassante per la guida notturna. Rivisto l’indicatore del livello del carburante, più preciso nelle indicazioni, mentre costituisce un upgrade in chiave hi-tech la possibilità di salvare nel chip della chiave i setting relativi ai retrovisori laterali, alla regolazione del sedile elettrico e all’head-up display. Infine una nota funzionale, dato che il comando per selezionare le configurazioni di marcia (sistema Driving Modes) viene spostato dal tunnel alla console e affidato a una leva a bilanciere.


Attenzione sotto controllo
Mai più stanchi alla guida. MINI 3 e 5 porte, così come la versione Cabrio, possono contare di serie sulla tecnologia Alert Assistant che monitora la soglia d’attenzione del guidatore. Una funzione offerta in abbinamento alla navigazione satellitare e che, in caso di affaticamento del conducente, suggerisce una sosta per il tè, in pieno stile british. La sola variante open air, infine, beneficia del pacchetto Always Open che prevede i sedili riscaldabili, il frangivento, l’avviamento hands free e l’Always Open Timer, vale a dire la funzione per conteggiare il tempo trascorso a cielo aperto. Un accessorio indispensabile!


Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dacia e Udinese Calcio, la partnership si rinnova

Volkswagen ID.4 in movimento gialla tre quarti anteriore

Volkswagen ID.4 contro Tesla Model Y e gli altri SUV elettrici

BMW Why Buy EVO

BMW Why-Buy Evo, guidare una BMW senza comprarla è ancora più facile. Ecco perché