Skoda Karoq: profumo di Tiguan

22 maggio 2017 - 15:05

Continua l’offensiva Skoda nel segmento delle SUV. Dopo la Kodiaq, ecco debuttare in veste definitiva la Karoq, erede della conosciuta Yeti. Quest’ultima, sul mercato dal 2009, esce definitivamente di scena, cedendo il passo a una moderna, ma esteticamente più convenzionale, crossover dalle dimensioni compatte.


32 cm più corta della Kodiaq
La nuova Karoq, “gemella diversa” della Volkswagen Tiguan, raggiungerà le concessionarie entro la fine dell’anno e porterà in dote un superiore spazio in abitacolo rispetto alla Yeti. Sotto il profilo stilistico, spiccano i gruppi ottici anteriori full LED così come gli archi passaruota in plastica grezza, a contrasto rispetto alla carrozzeria, votati ad accentuare la vocazione all terrain della vettura. Quanto alle dimensioni, con una lunghezza di 4,38 metri, la crossover boema è 16 cm più grande della Yeti e al tempo stesso ben 32 cm più corta della Kodiaq. 4,38 metri che, nel dettaglio, costituiscono un valore identico alla best seller del segmento Nissan Qashqai, ottenuto anche grazie a un interasse di 2,63 metri che promette di giocare a favore sia del comfort sia della capacità di carico, compresa tra 521 e 1.630 litri. Valori nettamente superiori alla citata Qashqai, forte di 430/1.533 litri, e ulteriormente migliorabili (sino a 1.810 litri) qualora si decida di rinunciare al divanetto – oltretutto regolabile nell’inclinazione degli schienali –  trasformando la vettura in una variante “full cargo”.


Piattaforma modulare MQB
Basata sulla piattaforma modulare MQB, condivisa con Seat Ateca, Audi Q2 e Volkswagen Tiguan, la Karoq attinge anche ad altre tecnologie comuni all’interno del Gruppo VW. Ad esempio alla strumentazione integralmente digitale – una prima assoluta per il marchio Skoda – così come alle sospensioni a controllo elettronico e a un moderno sistema multimediale completo di hotspot Wi-Fi LTE, servizi online CarConnect, chiamata d’emergenza e protocolli Android Auto, Apple CarPlay e MirrorLink per un dialogo privilegiato tra vettura e smartphone. La possibilità di optare per diverse modalità di guida – Normal, Sport, Eco e Individual – include il programma Snow, riservato alle versioni 4×4. Queste ultime corredabili del setup opzionale Off Road che agisce sull’elettronica, sui punti d’innesto della trasmissione automatica (se presente), sulla risposta dell’ABS, sull’erogazione del propulsore e sulla taratura sia del differenziale elettronico sia delle sospensioni regolabili. Per ottimizzare ulteriormente il rendimento della vettura lontano dall’asfalto, non mancano la limitazione della velocità in discesa e l’assistenza alla partenza in salita, cui possono aggiungersi protezioni sottoscocca specifiche.

Cambio manuale o a doppia frizione DSG
La nuova Karoq potrà contare su quattro motorizzazioni sovralimentate a iniezione diretta: benzina 1.0 TSI da 115 cv e 175 Nm di coppia, accreditato di una percorrenza media di 19,2 km/l, e 1.5 TSI da 150 cv e 250 Nm, al debutto con la rinnovata VW Golf e forte della disattivazione parziale dei cilindri nelle fasi non di carico del propulsore. Quanto ai Diesel, sarà possibile scegliere tra il 1.6 TDI da 115 cv e 250 Nm, con consumi di 4,5 litri ogni 100 km, e il 2.0 TDI da 150 cv e 340 Nm o da 190 cv e 400 Nm (da 0 a 100 km/h in 7,8 secondi). Quest’ultimo step corredato della trazione integrale e del cambio automatico a doppia frizione DSG a 7 rapporti, laddove le altre versioni prevedono di serie la trasmissione manuale a 6 marce.


Frenata automatica d’emergenza
Analogamente alle “cugine” VW Tiguan e Seat Ateca, anche la Karoq si fregia di tutti i più recenti ritrovati in materia di sicurezza e assistenza alla guida, a partire dalla frenata automatica d’emergenza e dal parcheggio semi-autonomo, cui si affiancano il cruise control adattivo, l’avviso di superamento involontario della linea di corsia, l’avvertimento d’ostacolo in corrispondenza dell’angolo di visuale cieco, il monitoraggio del traffico alle spalle del veicolo, la lettura della segnaletica stradale e la chiamata d’emergenza.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

nuova BMW M3

BMW M3 vs Tesla Model S Plaid, la sfida “folle”

Citroën C4 e ë-C4, al via gli ordini

Opel Mokka bianca movimento

Opel Mokka e Mokka-e – Foto, informazioni e prezzi