Nuova Skoda Fabia, praticità, tecnologia, design. La prova

Costruita sulla piattaforma di Audi A1 e Volkswagen Polo, è dotata di avanzati sistemi di assistenza alla guida.

Comfort e piacere di guida

La nuova piattaforma MQB A0 ha migliorato il comportamento stradale della nuova Skoda Fabia a 360°. Non solo l’auto è più reattiva ai comandi del volante (e comunque non era certo la sportività l’obiettivo principale dei progettisti), ma risulta meglio isolata sia dai rumori sia dalle asperità, nonostante la taratura di molle e ammortizzatori non sia affatto cedevole; anzi, è un filo più rigida delle aspettative.

Quanto al motore, il 1.0 turbo a benzina da 95 CV, in abbinamento al cambio manuale a 5 marce (non mi sarebbe dispiaciuto un 6 marce), è probabilmente il più interessante per l’Italia. La dote principale di questo 3 cilindri è senza dubbio la prontezza ai bassi: già da 1.400 giri spinge senza indecisioni e anche senza vibrare, nonostante appunto i 3 cilindri. Se vi state domandando se e quando arriveranno versioni elettrificate e/o a metano, la risposta è no.