Porsche Panamera Turbo S E-Hybrid: 680 cv quasi astemi

25 febbraio 2017 - 11:02

La Panamera più cattiva? È ibrida. A Zuffenhausen, evidentemente, hanno fatto confusione tra Viagra e motore elettrico. Ecco allora che la versione più performante della berlina sportiva tedesca non beneficia di un incremento di cilindrata o di un upgrade meccanico, bensì di un vero e proprio stravolgimento tecnico. Nasce così la nuova Porsche Panamera Turbo S E-Hybrid, top di gamma da 680 cv.

No, non ci siamo fumati l’erba di Grace. La nuova Panamera Turbo S in configurazione ibrida potrà contare realmente su 680 cv. Una potenza degna di una supercar quale la Ferrari 488 GTB. Cuore della berlina di Stoccarda è il powertrain composto dal V8 4.0 biturbo benzina, tipico della versione “Turbo” da 550 cv, e un motore elettrico da 136 cv. Un binomio che promette una percorrenza media nell’ordine dei 34,5 km/l – un valore a dir poco straordinario considerando la cavalleria in gioco – sulla quale influisce positivamente la tecnologia plug-in. Vale a dire la possibilità di ricaricare la batteria agli ioni di litio da 14,1 kWh grazie a una presa di corrente esterna, percorrendo così – dopo una rigenerazione di circa 6 ore con un impianto standard da 3,6 kW – sino a 50 km a zero emissioni. Celle che, nel dettaglio, sono identiche a quelle adottate dalla “sorella” meno potente Panamera 4 E-Hybrid, mossa da un V6 2.9 biturbo benzina ibridato.

850 Nm di coppia: un’eruzione! La nuova Porsche Panamera Turbo S E-Hybrid è nata per stupire. Un obiettivo rafforzato da prestazioni monstre quali l’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi e la velocità massima di 310 km/h, ottenute grazie alla trazione integrale, al cambio a doppia frizione PDK a 8 rapporti e attingendo in parte alla tecnologia della supercar 918 Spyder. In fase di accensione la vettura lavora in modalità esclusivamente elettrica, chiamando in causa il V8 a combustione interna qualora si prema con maggiore decisione il pedale del gas. Completano la dotazione tecnica le sospensioni pneumatiche adattive, le barre antirollio attive, i freni carboceramici, i cerchi in lega da 21 pollici e il sistema Porsche Torque Vectoring Plus per la ripartizione della coppia non solo tra gli assali, ma anche tra le ruote del medesimo asse.

La nuova Porsche Panamera Turbo S E-Hybrid arriverà nelle concessionarie a luglio con un prezzo prossimo a 190.000 euro, destinato a crescere a oltre 205.000 euro per la versione Executive a passo lungo (+15 cm), dotata della sterzatura integrale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ford_puma_st verde tra quarti anteriore

Ford Puma ST, 200 cv per le faccende quotidiane

nuova BMW M3

BMW M3 vs Tesla Model S Plaid, la sfida “folle”

Citroën C4 e ë-C4, al via gli ordini