Porsche Taycan Cross Turismo: ecco le prime impressioni dal vivo

La prima elettrica della Casa di Stoccarda si trasforma ed ora è pronta ad affrontare nuovi terreni con le tipiche prestazioni della Taycan

Estetica: cosa cambia rispetto Taycan berlina

Spirito d’avventura e tanta voglia di divertirsi, senza rinunciare a comfort e prestazioni: queste sono le parole che userei se dovessi descrivere con una frase il primo impatto dal vivo con la nuova Porsche Taycan Cross Turismo – nello specifico la versione Turbo S. Il design del posteriore è veramente azzeccato e la silhouette del tetto più allungata rivede, senza stravolgere, l’ottimo lavoro che i designer Porsche hanno fatto con Taycan – qui la nostra prova. A livello aerodinamico il Cx si è alzato a 0,26 (da 0,22) e lo spoiler posteriore è diventato fisso: un buon compromesso che non influisce sulle prestazioni.

Vista laterale statica di Porsche Taycan 4S Cross Turismo, in colorazione blu su terreno sabbioso

Le dimensioni rimangono le stesse di Taycan berlina – 4,97 m in lunghezza, 1,97 in larghezza e 1,41 m in altezza – e il centimetro (scarso) aggiuntivo in lunghezza ed altezza è dovuto ai paraurti più abbondanti e all’assetto delle sospensioni (per quanto riguarda l’impostazione più stradale e meno off-road). A livello di capienza e abitabilità, Taycan Cross Turismo può vantare un bagagliaio maggiorato abbassando gli schienali dei sedili dietro (446-1200 litri contro i 447-488 di Taycan) ed un comfort per i passeggeri posteriori ben oltre le aspettative, sia come spazio a disposizione per la testa che per le ginocchia.

Dettaglio della seduta posteriore di Porsche Taycan 4 Cross Turismo

Non cambiano motorizzazioni e allestimenti a disposizione: 4, 4S, Turbo e Turbo S. Estetica e abitabilità a parte, le “vere” innovazioni di Taycan Cross Turismo sono concentrate tra sospensioni e gestione della trazione – leggi anche: “Cos’è e come funziona il controllo di trazione” – in specifiche condizioni di off-road leggero.