Gli uomini della Losanga ci sono andati con i piedi di piombo, almeno nell’aspetto esterno. Da fuori, infatti, la Renault Kadjar 2018 è cambiata proprio poco. La mascherina è ora più grande e vanta nuovi listelli cromati mentre i paraurti sono in tinta con la carrozzeria e le luci diurne a LED svolgono anche la funzione di indicatori di direzione. C’è da dire, tuttavia, che la lunghezza è cresciuta di 4 cm, portando il totale a 4,49 metri.

Renault Kadjar 2018, frontale blu

Cromo e tessuti

Dentro, oltre a nuovi dettagli di stile e tessuti si è lavorato per integrare diversamente il touchscreen da 7” nel mobiletto centrale mentre non mancano nuovi comandi per la regolazione del clima. Ma la Renault Kadjar 2018 – rivale di Hyundai Tucson e Kia Sportage – conquista un sacco di altre migliorie: dai sedili riempiti con schiuma capace di adattarsi al meglio alla corporatura dei passeggeri, ai dettagli interni in cromo satinato, senza dimenticare le nuove bocchette posteriori e le due prese USB dedicate a chi siede dietro e i portabibite sul tunnel centrale.

La Renault Kadjar 2018 ha nuovi motori

Succose novità anche nei motori, perché la Renault Kadjar conquista il quattro cilindri benzina 1.3 TCe nelle varianti da 140 e 160 cv, e la famiglia dei diesel si rifà il trucco: la news più grossa è senza dubbio l’arrivo del nuovo 1.7 dCi – al posto del vecchio 1.6 – che eroga venti cv in più, per un totale di 150, e si può avere con trazione integrale. Rimane in gamma il 1.5 dCi, che cresce a 115 cv. Tutti sono dotati del catalizzatore selettivo SCR (sui benzina c’è il filtro antiparticolato).