Salone di Monaco 2021 in pillole: le migliori (e peggiori) novità

Un anno particolare per il Salone di Francoforte. Trasferimento a Monaco per una manifestazione diffusa all’insegna della mobilità elettrica. Tra le tante (troppe) assenze, concept inaspettati e tecnologia all’avanguardia.

Salone di Monaco 2021

Quest’anno lo storico Salone IAA di Francoforte, ufficialmente International MobilityShow Germany (anche noto come IAA), è stato trasferito a Monaco dando il via a una tra le più importanti manifestazioni sulla mobilità elettrica. Non più Salone dell’Auto in senso stretto, dunque, ma qualcosa di molto più allargato (del resto l’immagine rappresentativa che è stata scelta – la potete vedere qui sotto – dice molto). Infatti, nonostante la massiccia presenza di marchi tedeschi, i padroni di casa hanno dovuto fare i conti con grandi assenze quali quella del gruppo Stellantis (quindi tutti i marchi associati a PSA e FCA), Jaguar e Land Rover, Nissan e Mitsubishi, Mazda, Tesla, Gruppo Toyota, Subaru, Suzuki ed infine Volvo.

copertina IAA munchen 2021

Un messaggio forte (qui un approfondimento al riguardo) da parte di queste Case automobilistiche le quali lasciano il palco della manifestazione ai tedeschi di Volkswagen, Audi, Porsche, BMW, Mini, Mercedes-Benz e Smart a cui si sono uniti Dacia, Ford, Hyundai, Kia, Polestar e Renault. A seguire una rassegna di alcune delle più importanti novità del Salone di Monaco 2021 (la maggior parte riguardanti la mobilità elettrica, qui una macro selezione ordinata di tutti i nostri articoli) suddivise per modello.