Super SUV: UK “batte” Italia 3 a 1. In attesa della Ferrari Purosangue

22 novembre 2019 - 10:35

Super SUV: gli appassionati, i tradizionalisti; chi, più in generale, ancora non digerisce le auto a carrozzeria alta, non li vogliono nemmeno sentir nominare. Eppure, evidentemente, piacciono. E vendono, almeno in certi angoli privilegiati di mondo. Non si spiegherebbe altrimenti la proliferazione degli ultimi anni. Certo, per ora, nonostante l’arrivo della nuova Aston Martin DBX, i modelli di questa micro nicchia si contano sulle dita di una mano e la partita è nettamente sbilanciata a favore dei modelli che parlano inglese. A contrastare Rolls Royce Cullinan, Bentley Bentayga e Aston Martin DBX c’è infatti la sola Lamborghini Urus, quindi Gran Bretagna batte “Resto del mondo”, che è la sola Italia, 3 a 1. Come sappiamo, però, tra non molto arriverà anche la super chiacchierata Ferrari Purosangue.

ROLLS ROYCE CULLINAN

Cominciamo dal più esagerato tra i super SUV. Nel nome (si chiama come il diamante più grosso del mondo), nelle dimensioni (5,34 metri di lunghezza e 2.600 kg di peso), negli allestimenti (notevole il pacchetto Cullinan Viewing Suite, con due sedili e un tavolino che fuoriescono dal bagagliaio), nel motore (un 6.7 V12 da 570 cv e 850 Nm a 1.600 giri). I consumi della Cullinan non sono certo un problema, per chi spende 280 mila euro.

BENTLEY BENTAYGA SPEED

Nella nuova versione Speed, la Bentayga diventa la SUV più veloce al mondo. Con i suoi 306 km/h supera la Lamborghini Urus, accreditata di 305 km/h. L’inglese paga però dazio sullo 0-100 Km/h, con 3,9″ contro i 3,6″ della Lambo. Monta un 6 litri W12 biturbo da 635 cv con 900 Nm di coppia e oltre alle prestazioni porta in dote un lusso sfrenato e l’abitacolo, ovviamente realizzato a mano può essere arricchito con sedili anteriori dotati di 22 regolazioni elettriche.

ASTON MARTIN DBX

Fra le inglesi è quella che osa di più in fatto di linee. Pur non concedendo sconti in fatto di lusso e dotazioni (l’abitacolo si può rifinire scegliendo materiali e tessuti a piacere) la DBX punta sulla sportività, che contraddistingue le altre auto della storia di Aston Martin. Rispetto alle altre due connazionali, il motore sembra piccolo: solo un V8 da 4 litri, capace però di 550 cv e 700 Nm di coppia con uno 0-100 km/h da 4,5″ e 291 km/h di velocità massima. Sospensioni pneumatiche adattive e trazione integrale completano il pacchetto.

LAMBORGHINI URUS

Orgoglio italiano per la più bella fra le Super SUV. Zero compromessi per la Urus, che mette i brividi solo a nominarla. Sotto il cofano urla un V8 biturbo da 650 cv e 850 Nm, capace di 305 km/h, con un’accelerazione 0-100 km/h in 3,6″ e 0-200 km/h in 12,8″. Tecnologia a livello di Motorsport, con ruote posteriori sterzanti, barre anti rollio attive e Torque Vectoring sulle ruote posteriori e freni con dischi in carboceramica, che assicurano una frenata 100-0 km/h in 33,7 metri nonostante la massa da 2,2 tonnellate.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Audi Q7 TFSIe quattro

Suzuki Vitara
ora anche in versione Katana 

Alpine A110 Rally Blu 2020

Alpine A110 Rally
Il ritorno di un mito