Auto elettriche: la guida per scegliere il SUV a batterie

26 novembre 2019 - 16:54

Il nome è tutto un programma: Recharge. In arrivo a inizio 2020, segna l’inizio di una nuova era per Volvo. Esteticamente, rispetto alle XC40 con motori diesel e benzina, la Recharge si differenzia per i cerchi specifici, la mascherina chiusa e altri dettagli interni. Interessante la soluzione trovata da Volvo per sfruttare l’assenza del motore endotermico di questo SUV elettrico: un pozzetto da 30 litri sotto al cofano anteriore.

Dal punto di vista tecnico, la XC40 Recharge è accreditata di una potenza totale di ben 408 cv. I dati relativi all’accelerazione non sono stati ancora comunicati, ma uno 0-100 km/h in circa 4,5 secondi è più che realistico. L’autonomia? Oltre 400 km, ma anche in questo caso non si hanno ancora informazioni precise.

Curiosità: la “Recharge” è la prima auto del marchio svedese dotata del sistema operativo Android Automotive OS, sviluppato appositamente da Google per essere implementato in auto.

Commenta per primo