Prova Hyundai Tucson 1.6 T-GDI HEV, ibrida tuttofare

È tempo di rivoluzione in Hyundai. L’auto della svolta è la nuova Tucson che compie un balzo epocale dal punto di vista tecnologico e apre nuovi orizzonti al design della Casa coreana. La gamma è ampiamente elettrificata e ha un listino ufficiale che parte dal 29.400 euro, anche se non mancano sconti e promozioni

LA CARROZZERIA

La Hyundai Tucson 2021 è lunga quattro metri e mezzo spaccati ed evolve gli stilemi del più recente linguaggio stilistico della Casa, battezzato “Sensuous Sportiness”. Il principale elemento distintivo è la grande mascherina, con i LED incastonati ai lati come gemme. Le luci diurne Parametric Hidden Lights disegnano due ali e creano una firma luminosa unica. Particolari sono anche le luci di coda, che attraversano tutto in portellone e sembrano mettere la targa tra virgolette rosse tridimensionali. Nel mezzo c’è una carrozzeria caratterizzata da nervature e tagli geometrici. L’incrocio delle superfici può essere valorizzato da tinte inedite come lo Shimmering Silver, l’Amazon Gray e il Teal, che è un’elegante tonalità di blu. Per chi ama le personalizzazioni ci sono anche varianti con tetto a contrasto

L’ABITACOLO

L’abitacolo della Hyundai Tucson è altrettanto moderno ma ha un’impostazione più minimalista. La plancia è acqua e sapone, complice la presenza di una strumentazione digitale da 10,25 pollici e di un touch screen centrale da 8 o 10,25 pollici che accentra molti comandi ed elimina i relativi tasti fisici. Sugli esemplari automatici la pulizia delle linee è ottenuta anche rinunciando alla classica leva del cambio, sostituita da una pulsantiera sul tunnel centrale. Anche le bocchette dell’aria sono ben mimetizzate nella modanatura che trova poi continuità nei pannelli delle porte. La qualità delle finiture è ottima e chiunque può dare un suo tocco personale scegliendo tra 64 tonalità di colore per le luci ambiente. 

TANTO SPAZIO

Hyundai Tucson 2021 bagagliaio

Se l’interno appare spazioso non è solo per i trucchetti messi in atto dai designer. Complice un aumento del passo di 10 mm rispetto al passato, a bordo della Hyundai Tucson i centimetri abbondano in tutte le direzioni. Anche chi siede sui sedili posteriori viaggia comodo e ha 26 mm più di prima per le ginocchia. Solo il posto centrale è di fortuna, con lo schienale che si spinge in avanti ed è un po’ duro. Ottimo è anche il bagagliaio: con una capacità base di 577 litri e una massima di 1.756 litri soddisfa i bisogni di qualsiasi famiglia.