Prova Peugeot 2008 GT Line Pure Tech 130, la prova dei 1.000 km

Più di una prova: una settimana abbondante di convivenza, per scoprirla in tutti i suoi dettagli

“No. Non ci staremo mai. È impossibile”. Iniziano così, con la diffidenza di moglie e figlio grande i 1000 km con la Peugeot 2008, auto che avevo già provato circa un anno fa, in occasione del lancio internazionale, ovviamente da solo in auto. “Non ci staremo mai”, dicono loro, perché in famiglia siamo in 5 e il SUV francese, effettivamente, visto da fuori non sembra così grande. Invece non solo i 3 bambini – di 2, 5 e 8 anni – ci stanno, ma non sono nemmeno così stretti. Chilometro zero, l’inizio è più che buono; del resto, quel giorno all’anno in cui la moglie è costretta ad arrendersi all’evidenza di non avere ragione, è una grande giornata.

Scherzi a parte, scusate se ho iniziato in modo un po’ insolito questa mini prova di durata, ma mi sembrava anche la maniera migliore e più diretta per far capire che questa può essere davvero l’unica auto per la famiglia. Anche quando, appunto, la famiglia è numerosa.

In famiglia e per sport

I primi 250 km

Metà prova: tempo di “bilanci” sull’accoglienza a bordo

Sicurezza, un capitolo a parte

750 km: il comfort in autostrada

1.000 km, i “trucchi” di chi la conosce bene

Una vera auto “tuttofare”