Volkswagen ID.3, ecco perché è una vera alternativa alla Golf

100% elettrica, nei piani di VW è destinata a ricoprire la stessa importanza di Maggiolino e Golf. Ce la farà?

UN CALOROSO BENVENUTO A BORDO

Volkswagen ID3 plancia

Il primo contatto con un’auto si ha, ovviamente, con il suo abitacolo. Che è un po’ come il retro del biglietto da visita (la carrozzeria è il fronte), con la differenza che con questo retro si avrà molto a che fare, nel corso della vita utile della macchina. Per questo, è fondamentale la qualità della vita a bordo, che sulla ID.3 è propiziata innanzitutto da una disponibilità di portaoggetti superiore alla media.

Nel tunnel centrale ci sono due portabottiglie di grandi dimensioni e un vano tra i sedili nel quale ci sta davvero di tutto, ma anche una rete nella quale mettere chiavi e, comunque, tutti gli oggetti che potrebbero generare rumore durante la marcia.

UN CALOROSO BENVENUTO A BORDO

PER CAPIRLA, C’È BISOGNO DI UN PO’ DI “ALLENAMENTO”

NON È E NON VUOLE ESSERE SPORTIVA

DIETRO, C’È SPAZIO IN ABBONDANZA

IN ATTESA DI QUELLA DA MENO DI 30.000 EURO