Volkswagen ID.3, ecco perché è una vera alternativa alla Golf

100% elettrica, nei piani di VW è destinata a ricoprire la stessa importanza di Maggiolino e Golf. Ce la farà?

DIETRO, C’È SPAZIO IN ABBONDANZA

Due metri e 77 cm: è questa la distanza che separa le ruote anteriori da quelle posteriori. Per capirci, sulla Passat ci sono 2,79 m. Ciò significa che sui sedili posteriori lo spazio per le ginocchia abbonda e che 4 persone anche ben sopra l’altezza media viaggiano comodamente (diciamo fino quasi al metro e 90 cm di statura).

Volkswagen ID3 sedili posteriori

Di “strano”, rispetto alla Golf e comunque a tutte le auto a motore endotermico, c’è l’altezza della seduta posteriore: decisamente più elevata. Qualcosa a cui si fa in fretta l’abitudine e che, anzi, personalmente mi è piaciuto: si ha una migliore visuale su ciò che accade fuori dall’auto, con i vantaggi facilmente intuibili per chi soffre il mal d’auto. E il bello è che il generoso sviluppo in altezza della carrozzeria libera molto spazio anche sopra la testa di chi siede dietro.

UN CALOROSO BENVENUTO A BORDO

PER CAPIRLA, C’È BISOGNO DI UN PO’ DI “ALLENAMENTO”

NON È E NON VUOLE ESSERE SPORTIVA

DIETRO, C’È SPAZIO IN ABBONDANZA

IN ATTESA DI QUELLA DA MENO DI 30.000 EURO

Volkswagen ID3 bagagliaio